mercoledì 28 novembre 2012

COINCIDENZE E DESTINO ... superstizione o speranza? ... o genio, forza e magia?


Il mio destino e quello di Ottilie sono inseparabili a noi andremo fino in fondo. Guardi questo bicchiere! Vi sono anche le nostre iniziali. L'ha lanciato in aria un uomo in un moto di allegria: nessuno vi avrebbe più bevuto, doveva frantumarsi sul suolo roccioso, ma venne preso al volo. L'ho riacquistato a caro prezzo e ora bevo da esso tutti i giorni, per convincermi ogni giorno che i legami voluti dal destino sono indistruttibili. [...] In questa incertezza della vita [...] tra speranza e timore, lasci almeno al cuore bisognoso una stella polare verso la quale guardare, se non verso la quale andare.
GOETHE - Le Affinità Elettive 

domenica 25 novembre 2012

lunedì 19 novembre 2012

Natura nascosta dei desideri...

Chi non fa qualche progetto ed è poi ostacolato nella realizzazione! Quante volte s'imbocca un percorso e se ne viene poi deviati! Quante volte veniamo distratti da una meta intensamente agognata, per raggiungere mete più alte! con suo sommo disappunto, al viaggiatore si rompe una ruota per via e, grazie a quello sgradevole contrattempo, fa le migliori conoscenze e stringe legami che avranno influsso su tutta la vita. Il destino esaudisce i nostri desideri, ma a suo modo, per poterci dare qualcosa che va al di là dei nostri desideri.
(Goethe - Le Affinità Elettive)

mercoledì 14 novembre 2012

Maternità ...


La maternità è un sacrificio. Sulla veranda della nostra casa alle Hawaii vengono a mangiare gli uccellini e ogni anno ci sono una o due madri. Vi è mai capitato di vederne una, tormentata dai suoi piccolo che reclamano il cibo e le svolazzano attorno? Alcuni sono perfino più grandi di lei. In quel caso vi viene da pensare - Ecco il simbolo della maternità: donare noi stessi e tutto quel che abbiamo ai nostri figli. - E' per questo che la madre diviene il simbolo della Madre Terra. E' colei che ci ha dato la vita, è di lei che viviamo ed è sul suo corpo che troviamo il nostro nutrimento. (Joseph Campbell - Il Potere del Mito)

giovedì 1 novembre 2012

Pensare irrequieti a questo e a quello: così si dimostra di non avere ancora luce chiara. ..

Quando si è raggiunto il luogo del cuore l'influsso (la stimolazione) che parte da lì è il più importante. Bisogna fare attenzione che l'influsso sia costante e buono: allora nonostante il pericolo che nasce dalla grande mobilità del cuore umano, non vi è più necessità di pentirsi. Quando agisce la forza tranquilla del proprio carattere, allora gli effetti sono normali. Tutte le persone sensibili alle vibrazioni di un tale spirito vengono attratte. L'influsso sugli altri non deve mai manifestarsi come un tentativo cosciente e deliberato di manipolazione. Infatti, se si attua una persuasione consapevole si cade nell'agitazione e ci si consuma nell'eterna incertezza del risultato. Inoltre gli effetti saranno limitati alle persone a cui si dirigono consapevolmente i propri pensieri.
"Quale bisogno ha mai la natura di pensare e di preoccuparsi? Nella natura tutto ritorna alla comune origine e si distribuisce sui vari sentieri. Con un'unica stimolazione si avvera il frutto di cento pensieri. Quale bisogno ha la natura di pensare, quale bisogno di preoccuparsi?"
CONFUCIO

vedi anche su questo blog:
 http://lapenisolaincantata.blogspot.it/2012/08/la-stimolazione-mutamenti-interiori.html