venerdì 16 ottobre 2009

Non ci è dato di capire...

Magritte

Tutto quel che c'è da capire è che non ci è dato di capire... forse sentire... però, ci è concesso di sognare...

20 commenti:

  1. Beh un pò... Criptica ...

    direi che a volte i sogni(in senso onirico) ..aiutano a capire la realtà, a rielaborarla ...no?

    o quanto meno a sopportarla (in senso di Speranza, di desideri, di attesa)...sono i sogni ad occhi aperti.

    Ciao da
    Paolo

    RispondiElimina
  2. Cara Marina
    d'accordo in tutto .. Tante, forse troppe, sono l cose le verità che non riusciamo a capire .. Sfugge alla ragione ogni disegno e ogni strano percorso .. Ma forse è meglio non capirle certe cose, certe verità se nascoste fanno meno male e ti permettono di vivere più serenamente. I sogni però quelli no .. nessuno può toglierceli, nè quelli notturni e nè quelli ad occhi aperti, i sogni ci permettono di essere noi stessi e vanno tenuti in stretta considerazione secondo me; la vita in fondo è un grande sogno .. e se "il mondo non raggiunge la forma di un'immagine è come se non esistesse..."
    Notte Cara Marina e Baci :)

    RispondiElimina
  3. Vorrei svegliarmi di colpo e rendermi conto che è un sogno. O forse sono dentro al sogno di qualcuno, ma lui sogna che io sia consapevole, quindi io credo di essere vero e invece sono solo un sogno.

    L'ho copiata da un blogger, ma rispecchia il mio intimo personale pensiero.

    Ciao Carissima Marina, un Buon Fine Settimana.

    RispondiElimina
  4. PAOLO, Zoè, Raf,
    più vado avanti e più penso che tutto si sa ma non si può capire in senso razionale.

    RispondiElimina
  5. Carissima Marina,
    scusami se sono ripetitivo, ma tutto quello che intentiamo per razionale, reale è solo il 5% di tutto quello che è presente veramente in un universo olografico, e non solo, perché anche questo lo percepiamo solo con un 10% delle nostre facoltà ricettive e intellettive. Ora basandoci solo su tutto quello che hanno detto i grandi di ogni tempo questa realtà in effetti nella sintesi è PURA ILLUSIONE dettata da una mente duale, da 5 sensi e da tante induttanze. Quindi isolando le induttanze interne ed esterne, isolando la mente con la voce del silenzio, si resta solo con i sensi che oltre alle normali vibrazioni esteriori percepiscono anche energie sottili che usualmente vengono trascurati o non capite. Nel sentire c’è il grande mistero.
    Ti ricordo il perché del detto: UOMO SI TE STESSO, CONOSCI TE STESSO E CONOSCERAI L’UNIVERSO ecc.
    I tutte le scuole iniziatiche del passato questo era ed è il grande secreto, portare l’adepto a conoscere se stesso per rivelare i segreti immutabili dell’universo e della vita, affinché questo sapere possa essere aiuto trainante per quel giusto sentiero evolutivo di tutte le cose. COME SOPRA SOTTO e quindi COME SOTTO ANCHE SOPRA nelle sfere ancor più alte. Questo è il pino di quella MENTE COSMICA, di quel DIO, di quell’’ENERGIA PRIMORDIALE CHE CONTEMPLA SE STESSA PER ESPANDERSI.
    (cosa ne pensi?)

    RispondiElimina
  6. Esatto :) Ma forse sta lì il grande mistero della Vita .. O forse No?...
    Un Abbraccio Dolce Cara Marina ;)

    RispondiElimina
  7. uummm...troppo vago il concetto credo che prima o poi le verità "terrene" vengono sempre svelate e si comprende la faccenda se invece sconfiniamo dal "terreno normale" allora quello che ci è possibile è "sentire" ma per quanta fiducia si da al nostro intuito-sentire la nostra "umanità" ha bisogno di toccarlo-verificarlo..per quanto riguarda i sogni non esistono confini
    _______________________riguardo a quello che ha postato Raf anche a me è spesso capitato di pensare di stare dentro un sogno o che in un altra dimensione io abbia la stessa vita parallela con le stesse persone ma si sta svolgendo diversamente....Acc! Certo che di ipotesi ce ne sarebbero da fare!

    RispondiElimina
  8. UGH! perchè non ho la fotina accanto??

    RispondiElimina
  9. Dagliè ...
    Marì...
    Zompa chi Balla!

    RispondiElimina
  10. altra cosa che penso spesso.. è che tutti nel ciclo delle vite a rotazione, passiamo la stessa esperienza

    RispondiElimina
  11. FALCO,
    io penso che non ci sia dato di comprendere...forse di capire. Ma mi spieghi cosa è la fotina? Ahhh, ho capito, anche la mia non appare: sono una vera schiappa informatica. Acc!

    RispondiElimina
  12. Paolé,
    siamo in ballo e balliamo...alla fine qualcosa capiremo.

    RispondiElimina
  13. Come hai ragione...ma per fortuna ci sono i sogni...guai a perdere il sogno!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Non dobbiamo capire, ma com-prendere...
    spero tu stia meglio!

    Un abbraccio stretto stretto, ChiaraStella

    RispondiElimina
  15. UPUPa,
    non solo i sogni ad occhi aperti...ma anche il sogno simbolico.

    RispondiElimina
  16. CHIARASTELLA,
    hai detto una cosa grande (max) com - prendere...lo sai che include anche perdonare?
    Un bacio.

    RispondiElimina
  17. Sì, Marina, per-donare... ma bisogna essere MAX per per-donare, non tutti ne siamo capaci.
    Aspetto di leggerti...

    Un sorriso radioso, ChiaraStella

    RispondiElimina
  18. Ho riflettuto su MAX..lo vedo in riferimento a ciò che hai fatto e che fai.
    Ce li hai presenti i limiti MIN e MAX ?
    Forse è un avvertimento, un avviso a non superare "certi" limiti?
    Un avviso per non farti male...
    Un bacione tesoro

    RispondiElimina
  19. Riguardo al tuo post..
    io sono contenta di non capire perchè tutto deve avvenire per percezioni, sogni e segni e la conoscenza la vedo troppo razionale e non fa per me.
    Le mie conoscenze avvengono sempre per vie inconsuete e sconosciute e non mi attendo mai di capire..prima o poi succede sai?

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.