giovedì 23 marzo 2017

Sole Notturno


Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Il sole della mia infinita notte
Splende alto dentro di me
Sulla mia Città Eterna.
Il suo calore è tiepido e
La sua luce algida,
E la vita fuori, 
Accecante e rumorosa,
È meno buia
Mentre la mente spazia in un cosmo, e
Nuovi mondi mi scorrono davanti,
Come fotogrammi di vite parallele,
E il cuore si strugge
Nell'intensità del reale, ed, ecco,
Ancora una volta tu m'appari
Come parte di me,
Del mio essere tempo
 E spazio e sogno,
Nelle mie riflessioni
Come riflesso di altro,
Che poi sono sempre io.

Marina Morelli 
Roma, 23/3/2017

Nessun commento:

Posta un commento

Sii educato,grazie e benvenuto.