martedì 21 maggio 2013

Jung si rivolse direttamente all'anima e le chiese di raccontare la sua storia con le sue parole.

... Or dunque, accostati, o anima. Accostati e rendi la tua testimonianza. Ma non te chiamo, o anima, che sei addottrinata nelle scuole, hai frequentato le biblioteche, ti sei nutrita e saziata nelle accademie e sotto i portici ... Ma a te mi rivolgo, o anima, che sei semplice e incolta, ignara e inesperta,  così come tu sei in coloro che non posseggono altro che te, così come appari venendo dalla strada, dai crocicchi, dalla bottega.
Tertulliano, De testimonio animae, I