lunedì 1 ottobre 2012

"Vedete, io invio il mio angelo" Lc 7, 27

Bisogna innanzitutto sapere che cosa è un angelo, perché un testo dice che dobbiamo essere uguali agli angeli. Un maestro dice che l'angelo è un'immagine di Dio. Un altro dice che è formato secondo Dio. Un altro dice che un puro specchio, che possiede e porta in sé la somiglianza con la bontà divina e la purezza divina del silenzio e del mistero di Dio, per quanto è possibile. Uno dice che è pura luce intellettuale, separata da tutte le cose materiali. Noi dobbiamo diventare simili a questi angeli. Ogni essere conoscente deve conoscere in una luce che è nel tempo, perché qualsiasi cosa pensi, la penso in una luce situata nel tempo e temporale. L'angelo, invece, conosce in una luce che è al di sopra del tempo, ed eterna. Perciò egli conosce in un "ora" eterno, mentre l'uomo conosce in un "ora" temporale. L' "ora" temporale è il più piccolo di tutti. Togli questo "ora temporale" e tu sei dappertutto, e possiedi la totalità del tempo. 
Meister Eckart - Sermoni Tedeschi 

4 commenti:

  1. Anche in un tempo che ormai è un non tempo gli angeli erano uomini com enoi...... Niente di più e niente di meno.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raf, parli come se le cose le sapessi per averle viste... io non sono d'accordo su questo modo di esprimersi, magari quello che dice è oro colato ma io userei, ad esempio, un "ho la vivida sensazione che", "ho il sentore che ", "mi pare che".
      comunque grazie per il commento.

      Elimina
  2. arissima Marina, hai perfettamente ragione dal punto di vista razionale dell'umano capire, ma è anche vero, ed è anche innegabile, (se si vuol capire) che ognuno ha alle spalle già un proprio cammino conoscitivo/esperenziale . In qualche modo è come se stessi riprendendo pian piano il sentiero che avevo lasciato in una mia vita precedente... ma essendo per tante celate circostanze, inadeguato sia il tempo della mia manifestazione, sia lo strumento biologico che mi sono costruito in questa vita, che di sicuro assai meglio avrebbe motivato con una (appena) maggiore intellettuale voce il mio spesso strano dire, per quel necessario aspetto compensativo, ridiscendendo in questo mondo con tanto insipiente predestinato cammino, in qualche modo, mi sono portato un po di quella maggiore energia animico/spirituale che soprattutto si basa sulle intuizioni.

    L'intuizioni che meglio mio hanno permesso di esplorare/capire la voce di ogni tempo attraverso quella circolare e radiale analisi comparata. Sai, anche se ti sembrerà assai strano, spesso questa mia ricercante traccia mi ha portato a quello che io stesso ho contemplato e scritto in tanti sentieri di vita passate, in una parte assai più conoscitiva.....

    Come anche non ti nascondo che la mai fonte più pura, più cristallina e veritiera (anche se da questo nostro piccolissimo piano di coscienza, al massimo grado raggiungibile rimangono solo verità relative) che mi permette attraverso le Intuizioni/vibrazioni di percepire, si sentire e capire senza voce, certe cose. (una specie di linguaggio non verbale dell'anima). Vibrazioni che spesso sono guidate dal mio immenso angelo e maestro ORAZIO, e quando per quel naturale filtro a causa dei numerosi gusci di protezione che avvolgono l'anima, si generano delle distorsioni o disarmoniche vibrazioni, spesso mi invalida, mi corregge, come anche mi comprova con tante altre deduzioni logico /intuitive rapportate al mio crescente sentire ed al mio capire....

    A nessuno viene approvato quel destino di espletare/supportare/sopportare più di quello che il suo cuore può contenere/provare e tanto meno la sua mente di capire... L'introspezione, la ricapitolazione e quel necessario volo cosciente nello spazio/tempo, pian piano mi hanno risvegliato frammenti di antica memoria passata. Memoria necessaria affinché per quell'universale principio di causa effetto si possa attraverso l'analisi del proprio passato e del proprio futuro, capire il perché si è in questa vita.

    Vedi, anche per mancanza di giusto tempo necessario da dedicare, anche questa specie di spiegazione è inadeguata per una vera comprensione.....

    RispondiElimina
  3. E' anche vero che da questo piano di coscienza, il tempo, per noi è solo lineare, ma se lo rapportiamo, per es. allo spazio percorso, per una strana celata legge di dilatazione inversa, ovvero aumentando la velocità vibrazionale (che benissimo si può paragonare ad una maggiore consapevolezza/conoscenza/risposta) sia il tempo così come lo spazio si riducono. Così come anche diminuendo la velocità vibrazionale (che benissimo si può paragonare ad una minore consapevolezza/conoscenza) che diciamo ci avvicina ad uno STATO ALFA , di non pensiero, di non consapevolezza, di non conoscenza, di non coscienza, di quasi sonno, di trance profonda, di silenzio, di spegnimento della mente... sia lo spazio così come il tempo si riducono fino a comprimersi per arrivare al punto zero, dove si annullano.....

    Immagina una macchina che deve percorrere tutta la circonferenza della terra.
    Lo spazio da percorrere ed il necessario tempo si possono ridurre aumentando la velocità (che di sicuro richiederà una maggiore potenza/adeguamento/adattamento per superare le forze di trazione/torsione/attrito ecc.) (considerando tutti gli ostacoli dovuti ad una inesistente strada sempre continua)

    Immagina ora questa macchina FERMA, ma in SOSPENSIONE, COME SE FOSSE IN ARIA (non soggetta a nessuna forza né attrattiva né repulsiva) per la stessa dilatazione da un tempo relativo ad un tempo circolare (dovuto a causa della rotazione della terra) .... la macchina teoricamente anche stando ferma ha percorso tutta la circonferenza della terra, magari in un tempo minore del primo caso.

    E' proprio in questi opposti stati di ipercoscienza (materiale) o di non coscienza (immateriale) che si può risvegliare la propria fenice interiore per farla volare consapevolmente nei mondi animico/spirituale dai più bassi piani ai più alti reami del creato secondo i meriti raggiunti dal proprio cuore (secondo l'evoluzione conoscitiva/spirituale raggiunta dal proprio essere)

    anche questo pensiero, non penso che sia facilmente spiegabile da queste strane poche parole......

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.