sabato 26 novembre 2011

Krishna ... ombra malefica e benefica...


I mali con i quali affliggiamo il nostro prossimo, diceva egli, ci inseguono come l'ombra insegue il corpo. Ma il giusto deve ambire alle opere che si fondano sull'amore dei simili, e queste peseranno più di ogni altro sulla bilancia celeste. Inutili saranno i tuoi esempi se frequenterai i buoni; ma non devi paventare la vita fra i cattivi per ricondurli al bene. L'uomo virtuoso è simile ad un albero gigantesco, che con l'ombra benefica diffonde sulle piante che lo circondano la freschezza della vita."

1 commento:

  1. Ciao Carissima Marina,
    giuste e santa parole, perchè oggi più di prima cìè tantissimo male nel mondo. Spesso li viviamo assai vicini perchè è proprio la cattiveria che bisogna debellare da questo mondo, perchè per quanto possa mostrarsi con erudite apparenti spoglie è sempre figlia dell'ignoranza.... Se solo si capisse che ogni pietra, ogni sasso, ogni ingiuria, ogni cattiva azione, ogni piccolo malevolo pensiero RITORNANO ALLA FONTE DA CUI FURONO EMANATE, di sicuro in tanti, con questa piccola conoscenza, ci penserebbero almeno tre volte prima di commettere un ingiustizia o un solo malevolo celato silente pensiero verso gli altri. E' per questo motivo che io attacco chi aveva le chiavi della conoscenza è non li ha rivelate per quello stupido potere temporale... è vera reale grande omissione di amore che ha prodotto e produce tantissimi mali..... I veri insegnamenti non sono quelli che ci hanno trasmesso con tante belle parole, perchè ognuno, se vuole, se risveglia la sua fenice interiore li troverà inscritti nel proprio cuore... Anche noi siamo la storia, anche noi abbiamo vissuto in quel tempo dove la santa parola fu rivelata prima di essere distorta ed alteranta...... E' solo una questione di MEMORIA è solo su questa che dobbiamo concentrare tutti nostri attenti sforzi per riattivarla, riesumarla dal nostro passato... Chi capisce il proprio passato è padrone del suo destino, del suo futuro e di tutte le implicanze che comportano nel relazionarsi con gli altri fratrelli. Se solo capissimo che anche GLI ALTRI SIAMO NOI..... uniti con quel celato divino filo sottile (rete di Indra), uniti e mai separati in questa limitata necessaria manifestazione assai separatistica, assia materialistica in cui è facile scordare la propria vera natura..... Anzi c'è chi specula su questa dimenticanza.....

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.