venerdì 14 ottobre 2011

LE IDI DI MARZO - Plutarco

Sergio Premoli, Le Idi di Marzo

« Cosa ancor più straordinaria, molti dicono che un certo veggente lo preavvisò di un grande pericolo che lo minacciava alle idi di marzo, e che quando giunse quel giorno, mentre si recava al Senato, egli chiamò il veggente e disse, ridendo, "Le idi di marzo sono arrivate"; al che egli rispose, soavemente, "Sì; ma non sono ancora passate" »

(Plutarco)

2 commenti:

  1. Buona giornata a te, carissima Marina!
    Hai ricevuto la mia silloge? Vi abbraccio
    Mary

    RispondiElimina
  2. No, Maria, ancora non ho ricevuto nulla, aspetto!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.