sabato 13 agosto 2011

Presentimenti... imparare a seguire il proprio istinto e cercare di comprendere quando la paura è un monito...


[...] Randall disse al suocero che aveva una sensazione strana e s'infilarono insieme nel primo bar. Spesso gli uomini hanno presentimenti quando fanno fanno un lavoro che può portarli a morire [...] la gente ha presentimenti di continuo. Il segreto è sapere quando tenerne conto. Nel 1971 James Nelson, un cuoco, s'imbarcò su uno shooner Sachen per un'uscita a Georges Bank. Una notte fu svegliato da un sogno ricorrente e corse a prua a riferirlo al capitano. Per l'amor di Dio non andiamo ai Banchi, lo supplicò, ho rifatto quel sogno. Dopo questo sogno sono già naufragato due volte...
Il capitano era un vecchio lupo di mare di nome Wenzell. Gli domandò che sogno fosse. Vedo delle donne vestite di bianco, in piedi, sotto la pioggia, rispose Nelson.
Non c'era un alito di vento, e Wenzell non si lasciò impressionare. Nel giro di un'ora soffiava forte, e il Sachen era in panna con il trinchetto completamente terzarolato. Lo scafo cominciò ad aprirsi [...] Mezz'ora dopo il Sachen si rovesciò con la prua verso le onde e andò a picco.
Ancora oggi si dà retta all'istinto e si ascoltano le paure. Randall girò sui tacchi e di colpo Tyne si ritrovò un altro buco da riempire [...] e ancora qualcuno brontola che non vuole andare. Sully sta dicendo la stessa cosa [...] che ha un brutto presentimento su questa uscita [...] Ormai è troppo tardi perché qualcuno si tiri indietro. Non in senso letterale - chiunque potrebbe ancora scappare, catapultandosi fuori dalla porta - ma le persone non agiscono in questo modo. Più o meno fanno sempre quello che gli altri si aspettano da loro [...] Metà dell'equipaggio ha brutti presentimenti sull'uscita, ma partiranno lo stesso: hanno varcato un confine invisibile, e adesso neanche le previsioni più disperate potranno salvarli [...] Se i pescatori facevano una vita così dura, fu senz'altro perché erano altrettanto duri a morire [...] Purtroppo, Georges era anche uno dei luoghi al mondo più ricchi di vita marina [...] Nel 1827 un capitano di Gloucester [...] gettò una lenza è prese un halibut. La facilità con cui il pesce si era fatto catturare gli restò impressa, e tre anni dopo tornò [...] Non gli successe nulla di particolarmente spaventoso, e in breve le barche cominciarono a fare la spola [...] e le superstizioni cominciarono a perdere mordente. Fu allora che Georges diventò micidiale.
(The Perfect Storm, Sebastian Junger)

2 commenti:

  1. I presentimenti hanno la stessa debole forza dell'istinto, che la presenza attiva soffoca e rende evanescenti. La paura è schiacciata nel personale stupido timore della vergogna. Gian.

    RispondiElimina
  2. Giancarlo, sapessi quante cose inutili mi sarei risparmiata se avessi confidato nel mio istinto... sapessi!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.