venerdì 16 luglio 2010

Amare senza alcuna identità, senza volto... Amore e Psiche.

Amare senza alcuna identità, senza sapere chi siamo, sconosciuti a noi stessi, questo è quanto Amore, Eros, ci chiede. Eros esisteva prima delle cose del mondo, prima della nascita degli dèi immortali, prima del mondo umano. E' da lui che nascono tutti gli esseri: vegetali, minerali e animali. Eros è quella legge universale che attrae e unisce le cose, le congiunge in una magia senza tempo. Per questo il Mito di Amore e Psiche raccontato da Apuleio si basa sulla oscurità cha avvolge il volto del dio. Psiche, la più bella delle donne, può conoscere il piacere sublime, l'estasi, la sostanza infinita dell'amore, a patto di non vedere mai il volto del dio, che più di tutto ama il buio. Psiche vive lunghe notti di passione con Amore ma non deve mai vederlo in volto. Violare il patto come farà, significa andare incontro a disfatte e peripezie: e così succederà anche a Psiche. L'unico compito che abbiamo nella vita è andare incontro all'Amore, a Eros, senza identità, senza sapere nulla e, soprattutto, senza pensieri, sconosciuti a noi stessi. Tu non ti stai innamorando di una persona, ma dell'essere interiore che lui o lei incarnano, di un'energia sconosciuta, senza volto.

3 commenti:

  1. Ciao Carissima Preziosa Marina,
    Se entriamo nell'intimo sappiamo già che l'essere che ci ha fatto veramente innamorare e che attraverso l'Eros ci innalza a Psiche è la nostra affine animica natura che richiama l'anima che già abbiamo scelto prima di ridiscendere in questo mondo... Qualcosa l'ho accennata nel blog del caro prof. Gabriele http://gabrielelaporta.com/2010/07/13/albero-cosmico/#comments e
    http://gabrielelaporta.com/2010/07/11/quando-un-uomo-e-una-donna-diventono-uno/#comments

    RispondiElimina
  2. Abbastanza Carissima Marina, questo è il tempo di andare in montagna o al mare....

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.