sabato 21 novembre 2009

William Blake...

William Blake, Adamo ed Eva
Vi lascio questa immagine. Mi piacerebbe che ciascuno di noi la osservasse nella sua interezza e lasciasse qualche riflessione spontanea al riguardo. Vediamo cosa ci suggerisce la nostra conoscenza legata all'esperienza e l'immaginazione non legata al piano del conosciuto. In buona sostanza oltre all'aspetto razionale cerchiamo di guardare con la vista altra...che abbiamo tutti, nessuno escluso; si tratta solo di prendere coscienza del linguaggio metaforico di Anima. Come? Crescendo. E come si cresce? Scendendo, penetrando, ossia compiendo un sforzo d'immaginazione dentro di noi.
A presto e buon fine settimana.

48 commenti:

  1. E' Bellissima .... L'Abbraccio dei due Amanti, quel bacio così dolce, quella tenerezza .. Raccolti nel loro piccolo eppure immenso angolo, qualcuno dall'alto li osserva ma non importa .. quell'Amore è oltre ogni tipo di giudizio ... ci sono solo loro e tutto il mondo è in quel bacio.
    Splendida davvero ....

    Buon Fine Settimana a te Cara Marina e Grazie ;)

    RispondiElimina
  2. Caro Gabriele
    Leggendo questo sonetto, mi ha fatto riflettere tanto, è indiscutibile che l’amore sia il motore della vita, quello che ci regala i momenti DELIRANTI dell’ANIMA (il poetico, il profetico, il religioso) che sono momenti di un’ascesa extrarazionale (delirante) di un’intuizione, o divinazione di una mancanza che ci spinge, per furore, a possedere qualcosa che ci oltrepassa, qualcosa che avevamo e che abbiamo perduto.
    Penso che questo potrebbe essere una definizione dell’amore, ecco perché le poesie, i poeti a volte ci sfuggono, come sempre, perché è l’energia della vita che la poesia manifesta, o meglio esprime Di qui la necessità, ed io dico l’obbligo di amare, perché in noi si rafforza la speranza, il DI-VENIRE. Questo mistero,l’amore, è cosi complesso che nessuno ha la risposta giusta.
    Percepisco in questo blog un universo d’amore, anime pronte a donare
    Un grazie di cuore a voi tutti .
    Naddeo Rosario

    RispondiElimina
  3. vedo la sfera androgina che è in ogni essere..le figure maschio-femmina molto simili, in lui la delicatezza femminile anche nella posa, in lei il ventre tornito quasi maschile..un insieme di armonia..
    al di sopra il bene e il male..l'angelo che si interseca col serpente fa apparire che dove c'è luno non puo essere escluso l'altro...

    è tardi una bacio a te

    RispondiElimina
  4. BRAVO FALCO
    TUTTO E' IN UNO SIAMO NOI CHE VORREMO DIVIDERE L'UOO DALLA DONNA ,IL BENE E IL MALE ,IL BELLO E IL BRUTTO ,NELLA BIBBIA ,NELLA CREAZIONE UNA COSA DIO NON HA SEPARATO L'ALBERO DELLA SAPIENZA E L'ABERO DEL BENE E DEL MALE..QUINDI DIVERSO CHIE'...SIAMO NOI CHE VOGLIAMO DIVIDERE QUINDI...........
    NADDEO ROSARIO

    RispondiElimina
  5. Due anime che stanno molto bene insieme...rilassate e beate!

    RispondiElimina
  6. Grazie mille per le splendide parole che mi hai scritto..ti auguro una buona Domenica.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. IO VEDO IL DEMONIACO SFIORARE LA TERRA CON LA PROPRIA INTENZIONALITA'. LE SUE INTENZIONI, TUTTAVIA, POSSONO REALIZZARSI SOLO ATTRAVERSO L'UMANO; L'ANGELO NON PUO' UMANIZZARSI. SPETTANO QUINDI ALL'UOMO LE SCELTE, ANCHE SE L'INQUIETUDINE E' GRANDE QUANDO DERIVA DALLA SPINTA DELL'ANGELO CHE è PURO SPIRITO E PARLA DIRETTAMENTE ALLA NOSTRA INTERIORITA'..E NON SEMPRE LA SUA VOCE è BUONA.
    L'UOMO E LA DONNA SI TROVANO NELLO STESSO SEME, IN-SiEME, QUESTO LI RENDE COMPLETI MA POICHE' L'AMOR TERRENO SI CONSUMA NELLA FRAGILITA' DELLA CARNE, ECCO CHE LE PASSIONI POSSONO DISTURBARCI, ALTERARCI, NEL BENE E NEL MALE, RENDENDOCI VULNERABILI.
    NELLE FACCENDE DI CUORE IL DIVINO PARE NON INTERFERIRE NE' INTERCEDERE.

    RispondiElimina
  8. VOOOLPOONEEEE
    STA A NOI A NON FARCI PRENDERE DALL'ONDA EMOTIVA
    DEI FALSI "SPIRITELLI" CHE BUTTARCI FANGO A DOSSO, CERTE VOLTE LA NOSTRA PROFONDITA' VIENE ABISSATA DAL CONSCIO E QUINDI CI FACCIAMO DELLE "STRANE" IDEE SU CHI CI STA A FIANCO IO SO COSA SUCCEDE ...PAGANO IL CONTO SEMPRE LE PERSONE PIU' SENSITIVE QUELLE CHE METTONO IL CUORE
    CARO VOOOOOLPOOONE CARO VOOOLPOOOONEE
    DOBBIAMO RIFLETTERE MA TANTO E' L'INVITO PER NOI TUTTI ,MA CHI SA PERCHE' CI FACCIAMO TRASCINARE DALL' OPPOSTO DELLA REALTA'
    IO PENSO DI AMARE E NON..........
    ATTENDO LE TUE SAGGE PAROLE
    NADDEO ROSARIO

    RispondiElimina
  9. PEEEESTEEE,
    penso che i troppi abbandoni, le cocenti delusioni, i dolori, gl'insuccessi in generale, alungo andare, diano alla testa. Ecco cosa penso.
    Bisogna fare mooooltaaa attenzione amore mio.

    RispondiElimina
  10. Come i successi e le repentine affermazioni, le gioie troppo intense ... possono destabilizzare.
    Marì,
    vedo due persone che hanno fatto sesso e che dopo si coccolano... magari per ricominciare...tanto non è che avessero altro da fare nel Paradiso Terrestre...ehhh
    e poi considerando che hanno scoperto la libido da poco... c'è da approfondire, no???

    C'è quiete oggi nel tuo blog...:-)))

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Quando due sarete uno le porte del padre mio vi saranno riaperte.

    QUANDO L’ESSERE INTERIORE USCIRA’ DELL’ILLUSIONE DELLA SUA DUALISTA APPARENTE SEPARAZIONE ALLORA L’ANIMA DISCENDERA’ SARA’ QUEL COLLANTE AMOROSO, QUEL TRAMITE CHE UNIFICA NEL PROPRIO ESSERE IL PADRE (LO SPIRITO IMMORTALE) , LA MADRE( L’AMORE, LA MAGIA SESSUALE, L’ENERGIA SERPICA) ED IL FIGLIO L’OSSERVATORE CONSAPEVOLE IN MANIFESTAZIONE CHE HA VINTO L’ILLUSIONE DI MAYA RIALZANDO IL SUO BASTONE( LA FORZA KUNDALINI- IL SERPENTE PIUMATO) AI CIAKRA SUPERIORI, Al CIAKRA DEL CUORE E DEL SACRO TRINGOLO SUPERIORE.

    Ciao Carissimi/me Un Buon Inizio Settimana al Vostro Prezioso Saggio Illuminato Cuore

    RispondiElimina
  13. vooolpooooneee
    dice Salvatore che logorano si diventa fragili e deboli,perciò lui ama Angelina Joile che non sarà mai una delusione ne un abbandono insomma nulla si crea e niente si distrugge cosi rimane inalterato il suo dolore compreso il suo amore
    ....è un illusione se sapessi la moglie è peggio di Santippe
    Naddeo Rosario

    RispondiElimina
  14. PAOLO,
    sì, io sono una destabilizzata, poi se guardo la televisione e scopro che una giornalista tale PACI si è innamorata niente poco di men che di IZZO quello del delitto del Circeo e di altri due efferati delitti commessi subito dopo la sua uscita dal carcere, mi viene la depressione. Lo difende, dice che è innocente, legge le sue lettere in televisione.... GRRRRRRRRRR
    Ma dai!

    RispondiElimina
  15. STO SALVATORE,
    mi assomiglia...se ti dico chi amo io...

    RispondiElimina
  16. No,
    non sei
    una destabilizzata...

    Un Saluto

    RispondiElimina
  17. Paolo, se lo dici tu; speriamo che sia così.

    RispondiElimina
  18. ottima scelta!
    bellissimo post!!!
    Buon inizio settimana ^__________^

    RispondiElimina
  19. GRAZIE RAF!

    Buona settimana a te Pupottina bambolina.

    RispondiElimina
  20. Voooooooooooooooooooooooooooolppponeeeeeeeeeee
    mi fai sapere per il 13 dicembre ....attendo
    io sono molto restio ,stanotte ho sognato il fuoco che cosa è?
    ...tU è VERO CHE AMI R.GERE..DIMMI DI SI ,COSI SALVATORE METTE L'ANIMA IN PACE è UN CURIOSONE CHE NON MI MOLLA PEGGIO DI QUELLE DEMONIACHE PERPETUE
    PROSIT
    NADDEO ROSARIO

    RispondiElimina
  21. Bisogna passare prima per le fucine dei ciclopi per trasmutare il piombo in oro attraverso il fuoco interiore mercuriale.

    RispondiElimina
  22. ROSARIO,
    no, non me ne tiene di andare il 13...troviamo un'occasione migliore, più divertente.
    Fuoco? Di solito gravidanza.

    RispondiElimina
  23. RAFFAELE,
    fucine dei Ciclopi? Hai l'indirizzo?

    RispondiElimina
  24. Via Etnea, n.666 - Sicilia
    scherzo Carissima Marina la chiave è la divina Diana dea della caccia e l'apollinea luce.
    la via tantrica, la via dell'estasi sessuale.

    RispondiElimina
  25. RAFFAELE, tu magari sarai padrone di non crederci, ma tutto quello che oggi tu mi hai detto lo stavo approfondendo ieri sera...Ermete, Diana, simbolo del Serpente che fra l'altro sui tarocchi lo si trova anche nel Diavolo. E va bene, evidentemente, siamo sulla strada giusta. Siamo istruiti.

    RispondiElimina
  26. Penso che non sia legato all'istruzione quanto invece al SENTIRE INTERIORE.
    Riporto quello che ho già detto nel post dell'amico Falco.
    Le sincronicità sono semafori che oltre ai coinvolgimenti con eventi o persone, ci inducono ad osservare tutto ciò che ci capita e soprattutto anche per attenzionare noi stessi per svegliarci dai tranelli imposti dai meccanismi indotti dall’ego sulla biologia meccanica e psichica della natura umana. Bisogna solo capire come uscire fuori dagli schemi indotti fuori e dentro di noi attraverso la via della rivoluzione interiore, della ribellione al sistema, la via del guerriero, la via dell'attenzione, la tecnica dell'agguato, del risveglio interiore (perché inconsapevolmente dormiamo anche nella veglia è quello specchio della mente citato da Platone) per superare la grande illusione imposta da Maya, il sistema, la MATRIX (vedi Carlos Castaneda – e la via degli sciamani Toltechi)

    RispondiElimina
  27. RAFFAELE,
    intendevo che inconsapevolmente veiniamo istruiti.... ciao.

    RispondiElimina
  28. Il cerchio, l'unione, la ciclicità (ho pensato al serpente Houroboros), l'Uno... non ragionare per "addizione"... questo è quello che mi è venuto di getto, senza l'intervento della ratio.

    Sei Bella! Tanti baci, ChiaraStella

    RispondiElimina
  29. Vedo i due corpi di Adamo ed Eva come fossero due mani giunte, congiunte..e sopra ma solo per guardare c'è il diavolo messo proprio male fisicamente in quella posizione tutta fuori armonia...
    morale...
    se all'amore male vuoi fare, non ti basta solo guardare..ma se ti azzardi ad agire...non ci riuscirai perchè soccomberai.

    Ciao Marina un bacione

    RispondiElimina
  30. Calliope...la via del cuore...la via del cuore...

    RispondiElimina
  31. Carissima Calliope,
    quel fantomatico diavolo è il PADRE CELESTE , IL CREATORE - non un essere diabolico – spregevole così’ come erroneamente e volutamente la voglio inculcare . L’essere che ha impiantato l'albero della conoscenza e della vita su una specie di umanoide permettendo che esseri più evoluti (di altri regni e di altri mondi) potessero ridiscendere (incarnarsi) in questa realtà duale/tridimensionale per una NUOVA GENESI. Ma al solito esistono anche i rompipalle (gli invidiosi) che hanno interferito nella creazione.

    Con la benevola approvazione dell’assai Cara Marina , anche se lunga; copiandola la voglio raccontare.

    RispondiElimina
  32. In questa citazione presenteremo un rapporto storico completo di tutte le società civilizzate che si sono succedute sul pianeta Terra dai suoi albori, circa 35 milioni di anni fa, fino al momento presente. Questi studi sono importanti perché vi metteranno in grado di capire perché stanno accadendo gli attuali avvenimenti galattici e perché sono così diversi da quegli eventi che voi pensate si siano verificati nel passato. Ancora più importante è che finalmente voi saprete la vera storia del vostro pianeta ed il ruolo avuto dall’umanità nello svolgersi di questa storia.

    Per spiegare chiaramente questi cambiamenti galattici useremo una serie di linee del tempo per orientare il lettore e forniremo la sequenza in cui questi eventi si sono succeduti. Incominciamo quindi, riconsiderando la storia del vostro sistema solare fin dall’inizio della civiltà non “non umana” sul vostro pianeta e fino alla formazione dell’ultima colonia umana che sia stata influenzata dalla cultura Lyrano-Siriana cioè la Lemuria, il famoso Continente perduto.
    Circa 35 milioni di anni fa i Signori del Tempo e la Gerarchia Spirituale del vostro sistema solare decisero di creare una forma di vita eterica che fosse la custode della Terra e del sistema solare. Questa forma di vita angelica avrebbe dovuto agire come intermediaria fino al momento in cui fosse stata portata a termine l’evoluzione di un primate senziente fisicamente più evoluto che sarebbe stato il guardiano residente del pianeta Terra. Infatti nei seguenti otto milioni di anni si sviluppò sulla Terra una forma di vita di tipo primate, destinata un giorno a sostituire la civiltà eterica temporanea che era stata creata dalla Gerarchia Spirituale.
    Il piano divino originario per la vita fisica sul vostro pianeta era stato concepito dal Creatore, ed eseguito dai Signori del Tempo con la caratteristica della più ampia differenziazione Per di più questa differenziazione Venne istituita in modo tale che più di una creatura della Terra potesse alla fine assurgere ad alti livelli di

    RispondiElimina
  33. consapevolezza ed avere così l’opportunità di diventare Custodi della Terra Inoltre, circa 26 milioni di anni fa, arrivarono su questo pianeta due civiltà spaziali non umane stabilendovi alcune colonie. Queste due civiltà non umane erano costituite l’una da esseri simili ai rettili detti reptoidi (provenienti dalle stelle meno conosciute della costellazione del Sagittario) e l'altra da una società composta da esseri simili ai dinosauri o dinoidi (provenienti dal sistema di Bellatrix nella costellazione di Orione).
    Queste due civiltà arrivarono nel vostro sistema solare per annetterselo in virtù di un mandato legittimato dai loro miti sulla creazione, che consentivano loro di considerare l'intera galassia una loro proprietà, da usare a loro totale piacimento. La forma di vita eterica che occupava in quel momento la Terra, decise, in completa sintonia con le schiere angeliche, di lasciare che questa colonizzazione avvenisse, operando invece in una direzione mirata ad ottenere un cambiamento nell'atteggiamento delle due civiltà ostili. Nei seguenti otto milioni di anni, poiché le Gerarchie Spirituali mandavano una quantità sempre maggiore d'energia d'amore a queste creature, le due civiltà pian piano cominciarono a permettere ai mammiferi del nostro pianeta di evolversi verso la consapevolezza. La prima specie che fece un salto di qualità fu un pre-cetaceo, antenato degli attuali delfini e delle balene ma ancora abitante a quei tempi sulla Terraferma. Questi esseri progredirono verso una primordiale società agraria, in possesso di una stupefacente capacità di produrre cibo in quantità tali da essere in grado di rifornire le altre due civiltà più avanzate.
    La civiltà pre-cetacea venne incoraggiata e rifornita di tecnologia sofisticata al fine di migliorare la sua capacità di produrre cibo, finché, provvedendo agevolmente alla necessità di cibo sia dei dinoidi che dei reptoidi, i precetacei cominciarono ad avere con loro un rapporto buono seppur passivo.
    Queste tre civiltà coesistettero per molti anni e furono capaci di sviluppare una buona cooperazione su tutti i livelli. Il commercio fioriva e il pianeta sembrava sulla strada di raggiungere una notevole varietà di forme di vita civilizzate ed atte alla custodia del pianeta. Nel mentre che, circa 10 milioni di anni fa, queste tre civiltà erano occupate a creare tecnologie basate su forme avanzate di

    RispondiElimina
  34. viaggi interdimensionali spazio-temporali, cominciarono ad arrivare sul sistema solare, desiderosi di commerciare con loro, esseri che provenivano da civiltà interstellari. Questi esseri interstellari diffusero in altri sistemi stellari la notizia dell'incredibile diversità di forme di vita che esistevano sulla Terra e che tre diverse civiltà stavano cooperando l'una con l'altra.
    Il vostro sistema solare divenne noto per la sua squisita bellezza, per la varietà delle sue forme di vita e la loro capacità di aiutarsi reciprocamente e così molte leggende e profezie basate su questi fatti si diffusero in tutta la galassia. Questi racconti convinsero i vari gruppi dell'Alleanza Dinoidi-Reptoidi, di base su Orione, a venire a visitare il vostro sistema solare, anche perché erano profondamente convinti che la civiltà dinoide-reptoide non avrebbe dovuto cooperare con le altre senza il loro permesso e per certi reciproci accordi che l'Alleanza dinoidi-reptoidi aveva precedentemente stabilito con loro.

    Di conseguenza un gruppo proveniente da Bellatrix. così come altri da diverse stelle della Costellazione di Orione, cominciò ad arrivare e ad esaminare questi avvenimenti del vostro sistema solare. Quello che essi videro li sorprese profondamente perché andava contro il significato del loro mito più importante sulla creazione, considerato il punto essenziale di unione della loro intera alleanza. Questo mito può essere delineato nel modo seguente. Essi credevano che quando la vita era stata generata su questa galassia, il Signore della Creazione avesse detto a tutte le civiltà dinoidi-reptoidi che esse erano state plasmate a sua immagine e somiglianza ed avesse quindi dato loro il diritto di comandare ed usare a loro piacimento tutte le forme di vita create in questa galassia. Di conseguenza era stato detto a tutte le civiltà dinoidi-reptoidi di non consentire a nessuna altra forma di vita inferiore di considerarsi guardiana delle forme di vita della nostra galassia. Basandosi su questa enunciazione di superiorità, l'Alleanza Dinoidi Reptoidi aveva sparso la violenza e il terrore per tutta la galassia per più di sedici milioni di anni. Eppure le tre civiltà sulla Terra non solo esistevano ma la loro cultura non era inferiore a quelle che si trovavano nella costellazione di Orione.

    RispondiElimina
  35. Entrambi i gruppi non umani presero in considerazione questa fastidiosa situazione, decidendo poi che bisognava intervenire in qualche modo. Di conseguenza il gruppo dei dinoidi su Orione incominciò a fare pressione sul gruppo dei dinoidi della Terra affinché costituissero all' interno dei loro ranghi un gruppo armato, appositamente addestrato per distruggere la società dei mammiferi (i precetacci), che era composta da una versione particolare degli odierni cetacci (balene e delfini), in grado allora di vivere sulla Terraferma e che oggi si trovano negli oceani, nelle baie e nei fiumi del vostro pianeta.
    La leadership dei pre-cetacei si rese conto, grazie all'uso della loro ampia coscienza di massa e delle loro grandi capacità psichiche, che qualcosa di pericoloso stava succedendo tra il gruppo dei dinoidi di Orione e il gruppo dei dinoidi residente sulla Terra, e cominciò a temere che questo fosse l'inizio di una guerra che avrebbe portato alla completa distruzione della loro civiltà. Per essere assolutamente certi che quest'idea corrispondesse a verità, convocarono i loro grandi veggenti, i quali, a loro volta, confermarono che una violenta congiura era stata organizzata contro di loro da parte dei dinoidi e dei reptoidi. Questi incontri fra i loro veggenti e i consiglieri organizzativi dei clan portò all’elaborazione di un certo numero di possibili soluzioni che dovevano essere discusse con la Gerarchia Spirituale della Terra prima di essere messe in pratica.

    I punti di discussione erano i seguenti: quali erano le intenzioni del gruppo proveniente da Bellatrix riguardo a questo sistema solare? Secondo: quali sarebbero state le implicazioni per lo sviluppo del pianeta se le altre due civiltà (dinoide e reptoide) avessero deciso di eliminare i precetacei? Terzo: se le altre civiltà avessero preso parte a questa cospirazione, come avrebbero dovuto reagire i precetacei? Avrebbero avuto, da parte delle categorie angeliche, il consenso di sferrare un grande attacco preventivo nel caso che le loro convinzioni si fossero dimostrate vere? Le Gerarchie Spirituali confermarono ai pre-cetacei la veridicità di tutti i loro sospetti. Rimaneva però ancora abbastanza tempo per preparare questo attacco preventivo, dal momento che una parte importante della

    RispondiElimina
  36. leadership delle civiltà dinoide e reptoide si era dichiarata contraria ad un attacco immediato contro i pre-cetacei.
    Dopo altri diecimila anni di incessanti discussioni inerenti alla posizione, considerata troppo passiva, del gruppo dirigente dei dinoidi-reptoidi della Terra, i dinoidi di Orione riuscirono finalmente a convincere i dinoidi terrestri ad elaborare un piano per distruggere i precetacei. Il gruppo dei dinoidi di Orione, soprattutto quelli provenienti da Bellatrix e da quelle stelle che formano la cintura di Orione, aveva messo a punto una strategia che avrebbe sicuramente posto fine alla civiltà dei precetacei. Il metodo scelto consisteva nell'uso di una forma avanzata di arma psicologica. Questo strumento avrebbe causato la morte immediata di tutti i precetacei in un periodo di tempo relativamente breve, lasciando invece relativamente intatte le loro abitazioni e le altre forme materiali della loro civiltà. In questo modo il loro piano nefasto avrebbe conseguito un ulteriore beneficio, e cioè quello di consentire al gruppo dei dinoidi di modificare secondo i propri specifici bisogni la vegetazione del pianeta e le altre forme di vita.
    Quando i precetacei si accorsero che la subdola Congiura del nemico stava per essere messa in atto, decisero che era giunto il momento di porre fine a tutta quella serie di ideali basati su principi di democratica collaborazione con le altre due civiltà. Grazie alla loro genialità furono capaci di elaborare un piano infallibile per distruggere le altre due civiltà, considerate ormai troppo pericolose. La strategia dei precetacei consisteva nell'utilizzare, a scopo distruttivo. la loro ampia serie di generatori di fusione collocati al centro del loro territorio. Questo territorio comprendeva ciò che adesso è conosciuto come l'area che si estende dall’Asia centrale fino alla parte centrale dell'Europa dell'Est . Contavano sul fatto che, facendo esplodere i generatori di fusione, sarebbe stato possibile creare una catastrofe estesa a tutto il resto della Terra ed in grado quindi di distruggere le altre due civiltà. Tuttavia, prima di mettere in pratica tutto questo. dovevano ottenere l'approvazione e l’autorizzazione della Gerarchia Spirituale della Terra. La leadership dei precetacei spiegò inoltre a Lady Gaia come sarebbe stata inesorabilmente devastata se fosse stato permesso all'Alleanza dinoidi-reptoidi di portare a compimento il loro subdolo piano.

    RispondiElimina
  37. La Gerarchia Spirituale della Terra fu d'accordo che il piano dei dinoidi di Orione non poteva certamente essere accettato nella storia di questo pianeta e Lady Gaia, di conseguenza, acconsentì che i precetacei mettessero in pratica il loro piano di far esplodere i generatori di fusione. A questo punto i precetacei stabilirono una data per questa impresa, ben sapendo che i dinoidi stavano ancora aspettando quello che essi stessi chiamavano il momento propizio, e quale questo fosse, del resto, non fu particolarmente difficile per i precetacei scoprirlo. Decisero allora di mettere in azione il loro piano poco per volta, in modo da non rendere i dinoidi così sospettosi da far loro cambiare le date già stabilite. La strategia dei precetacei era di far esplodere i loro generatori di fusione circa 5 anni prima del momento fissato dalle altre due civiltà (dinoidi-reptoidi) per eseguire i loro piani.
    Sapendo di avere a disposizione tutto il tempo necessario per la riuscita dei loro progetti, le organizzazioni dei precetacei decisero di mettere in atto il loro piano cominciando col dividere la loro società in due parti. Una metà della loro civiltà sarebbe stata evacuata fuori dal sistema solare e il resto avrebbe lasciato la terraferma e sarebbe andato a vivere negli oceani, dove avrebbe trovato un rifugio ideale. Una volta che tutto questo fu accuratamente pianificato, i generatori di fusione, come era stato stabilito, vennero fatti esplodere. I dinoidi e i reptoidi vennero distrutti al 98%, mentre i pochi superstiti trovarono scampo su un grande pianeta situato tra Marte e Giove, chiamato Maldek. D’altra parte, come stabilito in precedenza, circa una metà dei precetacei (più o meno 30 milioni di individui) si rifugiarono negli oceani, dove, utilizzando la loro piena consapevolezza, si trasformarono gradualmente lungo un periodo di 4 milioni di anni in vere e proprie creature acquatiche. Il resto della loro civiltà fuggì verso le costellazioni di Pegasus e di Cetus, dove essi si stabilirono in attesa del loro previsto ritorno su questo sistema solare allorquando nel futuro se ne fossero verificate le condizioni favorevoli.
    La distruzione delle civiltà reptoide e dinoide avvenne in un periodo compreso fra gli 8 e i 10 milioni di anni fa, e, poiché anche i superstiti lasciarono il pianeta fuggendo su Maldek, la Gerarchia Spirituale della Terra affidò la custodia fisica della stessa all'unica specie rimasta in grado di svolgere questo compito: i cetacei. Però i

    RispondiElimina
  38. cetacei ed i loro fratelli confinati nello spazio erano decisi a trovare, con l'aiuto di Lady Gaia una specie che abitasse sulla terraferma e che li sostituisse nel compito ancora vacante di custodi della parte continentale del pianeta. Il compito di trovare questo co-custode divenne la loro grande ricerca, e, con l'aiuto della Gerarchia Spirituale della Terra, incominciarono a setacciare le immediate vicinanze della galassia (un'area che si estende per circa 80 anni-luce dal Sole) cercando un possibile candidato che fosse stato in grado di rimpiazzarli come guardiani delle terre emerse del pianeta.
    Dopo aver cercato per 2 o 3 milioni di anni in tutta la galassia finalmente i precetacei scoprirono un primate acquatico che incominciava ad emergere dagli oceani sul quarto pianeta della costellazione di Vega. Questi primati acquatici avevano i primi rudimenti della civiltà quali i miti della creazione, un linguaggio e una cultura di caccia e di gruppo. Fatta questa scoperta, chiesero alla Gerarchia Spirituale della costellazione di Vega il permesso di modificare geneticamente in modo consistente questo gruppo di primati acquatici, in modo che il loro sviluppo come specie senziente potesse essere accelerato. In questo modo avrebbero potuto essere preparati per diventare una specie guardiana galattica.
    Questo sviluppo venne concordato e così fu dato inizio alle alterazioni genetiche L'importanza di questo salto evolutivo, da primati acquatici a umani di Vega, consistette nel fatto che venne creato un nuovo gruppo di custodi galattici, fatto questo che permise a questi nuovi umani di sviluppare la loro tecnologia ad un livello molto più rapido di evoluzione di quanto non sarebbe stato possibile altrimenti. Questa importante serie di eventi permise agli umani di diffondersi rapidamente lungo questa parte della galassia, e fu allora, circa 4 milioni e mezzo di anni fa, che gli umani cominciarono ad incontrare delle avanguardie in ricognizione dell'Alleanza dinoidi-reptoidi. Gli umani furono messi in condizione di resistere grazie all'intervento di Lady Gaia e dei cetacei e lottarono con successo contro l'Alleanza dinoidi-reptoidi per consentire la continuazione della loro migrazione in questo settore della Via Lattea.

    RispondiElimina
  39. La migrazione continuò per un periodo di circa 2 milioni e mezzo di anni, durante i quali gli umani si diffusero fino al confine del vostro sistema solare e si riunirono in una Federazione Galattico-umana, che concordò di colonizzare il vostro sistema solare. Lady Gaia approvò questo piano e così ebbe origine la prima colonia terrestre, chiamata Ibornea (o Iperborea), che sarebbe durata per circa un milione di anni ed avrebbe avuto un tipo di civiltà del tutto simile a quella Lyrano-Siriana. Quando, circa un milione di anni fa, i dinoidi fecero ritorno nel sistema solare per assistere i loro numerosissimi confratelli, videro che gli umani a quel punto controllavano la maggior parte del vostro sistema solare. Tutto ciò che era stato lasciato dalle forze dei reptoidi e dei dinoidi era una piccola colonia sul pianeta Maldek e un avamposto formato da un esiguo numero di uomini e situato ai margini del vostro sistema solare. Nondimeno l'Alleanza dinoidi-reptoidi decise che era giunto il momento di ristabilire nuovamente la loro autorità in questa regione della galassia mediante una serie di attacchi a largo raggio contro i sistemi stellari vicini e il vostro sistema solare, attacchi che vennero massicciamente appoggiati dalle forze lasciate indietro su Maldek e che erano ora in grado di distruggere sistematicamente le piccole colonie umane create dalla Federazione Galattica su Marte, Venere e la Terra.
    Questa distruzione depauperò Marte della maggior parte sia della sua atmosfera che della sua idrosfera (oceanica fiumi e torrenti). Venere venne ridotta nella condizione di essere come chiusa in una serra a causa dell'intenso surriscaldamento dell'atmosfera planetaria, mantenuto costante dal fatto che l'aria circostante il pianeta si era disgregata in una serie di gas acidi incompatibili con la vita. La colonia della Terra, Iperborea, venne distrutta da una serie di violenti attacchi premeditati che causarono la morte di ogni essere umano e la cancellazione totale di qualsiasi aspetto dell'umana civiltà. Il risultato fu che ancora una volta l'Alleanza dinoidi-reptoidi controllava il vostro intero sistema solare, che sarebbe stato poi da loro usato come avamposto per un periodo di circa 80 mila anni.
    Tuttavia quando infine vennero respinti dagli umani galattici lungo un ampio fronte che includeva molti sistemi stellari vicini al vostro Sole, diventò allora possibile stabilire un piano per il ritorno degli

    RispondiElimina
  40. umani nel vostro sistema solare. Per realizzare questa impresa la Federazione Galattica portò in questa regione un grande pianeta da battaglia (Nibiru), che doveva servire per distruggere il pianeta Maldek, principale centro amministrativo dell'Alleanza dinoidi-repteidi nel sistema solare. Si riteneva che, una volta che Maldek fosse stato annientato, sarebbe stato relativamente facile conquistare la colonia dei dinoidi-reptoidi sulla Terra. E così avvenne: questa breve e brutale azione fu rapidamente compiuta e la Terra, circa 900 mila anni fa, ritornò a pieno diritto sotto il controllo degli umani.
    A questo punto gli umani della Terra decisero che la loro nuova colonia avrebbe avuto come fulcro centrale quello che venne chiamato il continente della Lemuria, dove i primi coloni umani diedero vita ad una civiltà Lyrano-Siriana basata su principi democratici ad ogni livello di vita. Nei seguenti 850 mila anni i Lemuriani si diffusero su tutta la superficie del pianeta Terra, a partire da una base continentale principale situata nell'area adesso occupata dall'Oceano Pacifico, dando origine ad una serie di quelli che chiamarono imperi affiliati, il più importante dei quali fu Atlantide, un'enorme isola che si trovava al centro dell'Oceano Atlantico. Un'altra importante colonia fu l'impero Yu, che comprendeva il territorio che oggi è chiamato Cina centrale e Tibet.
    Nel momento in cui cominciarono a sviluppare la loro colonia,.gli Atlantidei acquisirono molto rapidamente un sentimento di unicità riguardo alla loro cultura, tanto che alla fine arrivarono a considerarsi molto diversi dagli altri imperi affiliati della Lemuria: essi sentivano cioè di non essere solamente un impero affiliato della Lemuria ma che potevano e avrebbero dovuto diventare un impero-madre. Di conseguenza cominciarono a provare un forte desiderio di distruggere i Lemuriani ed i loro imperi affiliati più fedeli al fine di conquistare il pieno potere.
    E’ necessario a questo punto osservare brevemente quello che stava succedendo nella Lemuria cosicché il lettore possa essere informato su ciò che a quel tempo stava avvenendo sulla Terra. I Lemuriani avevano sì sviluppato una civiltà per molti versi simile a quella in vigore su Sirio e su molte altre stelle della costellazione della Lyra, ma avevano anche creato alcuni concetti del tutto unici

    RispondiElimina
  41. propri della loro specie. La più importante di queste convinzioni era che essi costituivano il principale gruppo umano custode del territorio solido sul pianeta Terra. Questo credenza tuttavia ebbe fine circa 50.000 anni fa, quando i Lemuriani presero atto che i loro imperi affiliati si erano sviluppati sufficientemente ed a quel punto avrebbero potuto assumersi la loro parte nel ruolo di custodi planetari, decisione questa che consentì agli Atlantidei di poter cercare finalmente alleati per portare a termine il loro grande complotto finalizzato a sopprimere i Lemuriani.
    In effetti riuscirono a trovare alcuni alleati presso i vari comandi di difesa, composti dai disertori umani galattici, che erano stati costituiti originariamente per le colonie di Alpha Centauri e delle Pleiadi. Nei successivi 25mila anni gli Atlantidei formarono alleanze con questi comandi di difesa e con alcuni avamposti di vari sistemi stellari, soprattutto con colonie di avamposti della Federazione Galattica che condividevano un concetto similare a quello della tradizione culturale gerarchica degli Atlantidei. Questi diversi gruppi cominciarono allora a elaborare un piano per distruggere la Lemuria e consentire di conseguenza ad Atlantide di porsi in una posizione di preminenza sul pianeta Terra. Gli Atlantidei attesero perciò pazientemente che si presentasse la giusta opportunità e, circa 25mila anni fa, insieme a vari ribelli, o rinnegati, delle Pleiadi e del Centauro decisero di distruggere la Lemuria. Il loro piano, e la sua esecuzione, sarebbe stato un successo tecnico ma avrebbe distrutto, insieme con la Lemuria, anche una delle Lune del pianeta Terra.
    In quei tempi la Terra aveva due Lune, ciascuna delle quali era approssimativamente 3/4 la grandezza della vostra Luna attuale. Quello che i rinnegati si proponevano di fare era di spostare, usando dei campi di forza, una di queste due lune in un'orbita spirale discendente. Poco prima che questa luna avesse raggiunto una posizione di massa critica (il Punto Lagrange) con la Terra, sarebbe stata fatta esplodere per far sì che una incredibile grandinata di meteoriti precipitasse sul continente della Lemuria. Questo evento avrebbe prodotto una grave alterazione a livello gravitazionale e a quello della piattaforma tettonica a causa della grandezza, della caduta e della quantità dei frammenti lunari, ed effettivamente lo svilupparsi degli avvenimenti provocò una

    RispondiElimina
  42. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  43. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  44. catastrofe vulcanica che fu causa dell'implosione delle grandi sacche di gas ubicate sotto Lemuria, con il conseguente inabissamento del continente e la fine della sua dominazione.
    Circa 25mila anni fa dunque gli Atlantidei e i rinnegati loro alleati, provenienti da altri sistemi stellari, distrussero il grande continente della Lemuria così completamente che ne sopravvisse solo la pura e semplice leggenda. Solo recentemente le vostre esplorazioni di risonanza acustica nell'area dell'Oceano Pacifico hanno rilevato ampie vallate e zone montagnose di diversa altitudine, ed hanno consentito di redigere mappe di quella che era un tempo la meraviglia della Terra. Con la distruzione della Lemuria niente più impediva l’ascesa e l’influenza soggiogante di una civiltà Atlantidea letteralmente affamata di potere.


    eccc. eccc. eccc.

    SCUSAMI CARISISMA MARINA

    RispondiElimina
  45. LA VERITA' NASCOSTA DELL'IGNORANZA DI TANTI ESSERI CHE DIETRO FALSE APPARENZE. PER QUEL MALEVOLE POTERE, PRIVI DI UN VERO CUORE SOGGIOCANO TANTE ILLUSE PECORELLE CHE NON VOGLIONO LEGGERE NELL'INTIMO DEL PROPRIO CUORE PER CAPIRE CHE LA' C'E' UN PERSONALE DIVINO DIO DA RIESUMARE CON TANTA LOTTA INTERIORE CONTRO LE LEGIONI DELL’'EGO, CONTRO I GUNA, CONTRO IL PROPRIO DEMONE, CONTRO UN SISTEMA CHE VUOLE E TENDE A RENDERE SCHIAVI COM TANTISSIME FUTELI MALEVOLE ILLUSORIE INDUTTANZE.

    Ognuno è libero di credere, ma tanto meno il saggio DUBBIO dovrebbe stimolare quella impersonale scevra LIBERA RICERCA.

    CHI CERCA PRIMA O POI TROVA E QUANDO TROVA SI STUPISCE- DICENDO A SE STESSO: MA QUANDO SONO STATO CIECO, MA QUANDO SONO STATO STUPIDO, CONDIZIONATO DAGLI ALTRI E SOPRATTUTTO DA ME STESSO, COME NON MI SONO ACCORTO CHE DORMIVO ANCHE NELLA VEGLIA. MA ORA CHE HO CAPITO ALMEMO LO VOGLIO DIRE ANCHE AGLI ALTRI PERCHE’ GLI ALTRI SIAMO NOI TUTTI SIAMO L’UNITA’ COSMICA DEL CREATO, TUTTI SIAMO PARTE DI QUEL CORPO DI DIO, TUTTI SIAMO IMMAGINE, DELLA STESSA SOSTANZA, TUTTI DOVREMMO SAPERE PERCHE’ IL POTERE SI BASA SULL’IGNORANZA INDOTTA.

    CONOSCI TE STESSO E' CONOSCERAI L’UNIVERSO E GLI DEI CHE IN ESSO DIMORANO

    E’ anche vero che ognuno, in questa vita, ha un suo personale sentiero, un suo personale destino e solo quelle affinità elettiva ci accomuna nel rapportarci con i nostri simili anche se:

    “La conoscenza universale può essere rivelata solo ai nostri fratelli che hanno affrontato le nostre stesse prove. La verità va dosata a misura dell’intelletto, dissimulata ai deboli, che renderebbe pazzi, nascosta ai malvagi, che solo potrebbero afferrarne qualche frammento di cui farebbero arma letale. Racchiudila nel tuo cuore, e che essa parli attraverso le tue opere. La scienza sarà la tua forza; la fede la tua spada; e il silenzio la tua corazza impenetrabile." –( Ermete Trismegisto)

    Carisima, Ti sei chiesta mai perché gli dei mitologici erano molto umanizzati nei sentimenti?

    Solo questo Carissima Marina

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.