giovedì 19 novembre 2009

Vivere in santa pace...

"Dovunque c'è dolore qui santa è la terra."
(Oscar Wilde)



Nella mia casa sono tutti i benvenuti, nessuno escluso, specialmente "i portatori di diversità"; purché si sappia e sia chiaro a tutti che io qui, come in casa mia, cerco di vivere almeno in santa pace.
Così, anche se è difficile fare e dire qualcosa che sia inequivocabile, non posso proprio più avere relazioni col mio prossimo indossando, ogni volta, una camicia gelata; perché quando io scherzo scherzo e se devo dire una cosa la dico e non giudico e non maligno e rispetto tutti e ripeto tutti... soprattutto se, come le mie figlie, sono "diversi", anzi, quest'ULTIMI, li amo di più.
Con amore Marina.

23 commenti:

  1. Cara Marina , sono Massimiliano ,ricordi una volta mi hai dedicato un blog sulle coincidenze , la storia del piccolo principe . Ho passato e sto passando i tormenti dell'anima per vari motivi ,
    ci tenevo a comunicarti che i pochi momenti in cui mi sono sentito capito ed ho sentito un anima a ffine al mio sentire è stato leggere dei tui interventi dal caro Gabriele , in cui mi sentivo che mi leggevi nell'anima come nessuno . grazie di cuore sei stata e sei lenitiva per la mia anima disperata

    RispondiElimina
  2. MASSIMILIANO,
    certo che mi ricordo di te. Come va, mannaggia. Ma possibile che le persone sensibili siano quelle che poi devono passare le pene amare. Come ti capisco e mi dispiace.
    Grazie per le belle parole ma soprattutto grazie per dirmi che ti sono stata di aiuto e di conforto: questo veramente è importante per me che mi sento Silvio Pellico. Almeno, dalla mia prigione emana un chiarore.
    Che succede Massi? Disperato...perché?

    RispondiElimina
  3. Marina ,non è possibile, oggi ho visuto un esperenzia orribile SUL " DIVERSO"
    tanto è vero che adeso che sono tornato da venezia stavo scrivendo qualcosa sul diverso.
    Poi vengo nella tua casa e trovo quello che avevo intenzione di dirtelo.
    Non lo so se io ti sono gradito ma ogni cosa che è successo .come ho aperto il tuo blog ho trovato " l'ampliamento " del tema

    Lo percepisco che forse non è rilevante la mia presenza qui ma tutto quello che è successo da maggio fino a ora penso che abbiamo io e te una parallelità di vita che ci accomuna ,e ci fa vivere le stesse patologie dei DEI

    ora ti lascio vado a cena fuori
    ma ti devo chiamare non credo neppure agli scritti voglio sentire la ta voce,ogni cosa che mi succede qui c'è la elaborazione del tema
    comunque non riesco a credere ti lascio
    e poi ci sentiamo
    NADDEO ROSARIO
    MA NON è CHE MI FAI SEGUIRE DA UN TUO SPIRITELLO?

    RispondiElimina
  4. ROSARIO,
    Tu sei gradito e tutti tutti tutti sono graditi sempre...ma dobbiamo imparare ad essere meno diffidenti nei confronti gli uni degli altri anche se non è facile dobbiamo provarci, anche se l'altro sbaglia, anche se noi sbagliamo, anche, anche ed anche ancora, dobbiamo vivere in pace.

    RispondiElimina
  5. cara marina...quanto sei cara...quanto sei madre...le tue parole questa sera mi sono di sprono per cercare la pace intorno a me.questi sono giorni di grande conflitto con me stessa da un tuo suggerimento...non bisogna rinnegare noi stessi...gli dei mi hanno fattovisita ed io li ho fatti parlare anzi stanno gridando...
    se puoi fammi seguire da un tuo spiritello....

    RispondiElimina
  6. Buongiorno cara.
    le diversità dovrebbero, nelle loro etereogenità rendere completi ed omogeneizzare le persone..quasi in un completamento ma succede l'opposto..le diversità ci allontanano dal resto del mondo e vivere in santa pace è diventato per tutti quasi impossibile..
    un discorso che potrebbe durare..per sempre.
    un bacione.
    Pomeriggio ti chiamo.
    Un caro saluto ai tuoi ospiti.

    RispondiElimina
  7. Io da te non ho trovato diversità e neanche mi son sentita diversa...ho sentito famiglia...
    famiglia sono abituata a sentire e tu famiglia sei abituata a far sentire...a tutti.
    Sei una donna splendida, siete una famiglia splendida e vivere in santa pace è il minimo.
    (Dai che ogni tanto una piccola irruzione di follia è sana e buona ^_^)
    Baci gioia.

    RispondiElimina
  8. GEA,
    spiritelli?
    Io faccio la mia "devotio" prima di ogni cosa, questo sì; ti ricordi gli antichi ROMANI?
    Che bello che da me ti trovi bene!

    RispondiElimina
  9. FALCO,
    e meno male!
    Tutti dovremmo essere adorabili ed amorosi e cari e calorosi e e e e e e e....
    Sbaciuck!

    RispondiElimina
  10. CALLIOPE,
    ben venga la follia! Marsilio Ficino diceva che per vivere a pieno quello che siamo è necessaria la FOllia dell'AMante, la FOllia PRofetica, la FOllia SAcerdotale e la FOllia POetica (se ricordo bene...).
    Però, dobbiamo essere tutti meno prevenuti, non a caso James Hillman in IL CODICE DELL'ANIMA, sottolinea come uno degli attributi del Buon Seme sia il senso dell'umorismo. Pare infatti che il demoniaco cattivo sia capace d'esser burlone, scherzoso ma che non abbia assolutamente la capacità di ironizzare su sé stesso e di ridere di sé stesso. Il demoniaco si prende moooolto sul serio.
    A dopo!

    RispondiElimina
  11. Carissima Marina,
    non dico niente, anche se sarei tentato di parlare oltre del Codice dell'anima della VERA SCIENZA DELL'ANIMA di Steiner (un vero INIZIATO assai sconosciuto a tanti), Come vorrei parlare di tutte quelle tue Sopradette Follie citate da Marsilio Ficino, sintetizzabili e sublimati da grandioso Giordano Bruno – Gli eroici furori, Lo spaccio della bestia trionfante, Clavis magna etc.
    Una Buona Serata Carissima Amica del Cuore

    RispondiElimina
  12. RAF,
    sì, me ne hai parlato tante volte. Grazie e grazie. Buonanotte.

    RispondiElimina
  13. Voloooooooooponeee
    sto scrivedendo qualcosa sul diverso ,mi trovo in difficoltà stasera sto malisssimo non c'è lha fa ccio a finire ma devo chiederti una cosa molto delicata adeso non riesco a stare in piedi
    a domani......
    notte
    un saluto anche da parte di Salvatore

    RispondiElimina
  14. Si , cara , dolce e tenera Marina il chiarore ,la umanità e la sensibilità delle tue parole mi hanno sostenuto , aprii un post passato "trasformare e trasformarsi " nel blog di Gabriele e leggendo il tuo primo intervento mi sono sentito compreso , cosa rara per non dire unica , dicevi che non passa
    giorno che non pensi di non farcela in un mondo egoista , arrogante , ipocrita e spietato , ma non passa giorno che ti intenerisci vedendo chi in un mondo così arranca e poi hai aggiunto che
    cercavi chi ti amasse umanamente .Non ci crederai Marina ma le tre considerazioni fatte da te erano le stesse che la sera prima avevo fatto alla donna che mi ha ingannato e alla quale in una mail esprimevo i concetti che te esprimevi così bene ....ti ripeto cercavo disperatamente un angelo che capisse il mio dolore e per puro caso ho aperto quel post .
    è un attimo capisci , ma sentire che la propria terribile delusione e sofferenza è compresa ...
    SI cara , ddolce Marina il tuo chiarore è stato il mio angelo di un momento , ma così importante
    massimiliano

    RispondiElimina
  15. Marina,
    Semplicemente ...
    Buonanotte

    RispondiElimina
  16. ROSARIO,
    pure io ho un mal ditesta... pensa che per la prima volta in vita mia mi è venuto il mal di testa di notte a letto! Non riuscivo a dormire. Bah! Spero che tu oggi ti senta meglio. A dopo.

    RispondiElimina
  17. MASSIMILIANO,
    mi dice delle cose cose care che mi fai stare bene. Essere di aiuto, tutto sommato, è un po' quello che desidero...forse, perché riesco a comprendere la sofferenza, materiale e morale.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  18. Ciao Marina, grazie x essere passata nel mio blog, mi ha fatto davvero tanto piacere! è vero, parlo sempre del mio compagno, anche quando sono con amici o in famiglia, e questo accade perchè è parte integrante di me, perchè nonostante le nostre differenze caratteriali (lui giorno e io notte) scopriamo ogni giorno di essere innamorati di più!Buona Giornata :D

    RispondiElimina
  19. NINFA,
    mi piacciono le persone come te che esprimono i loro sentimenti.
    Bacioni.

    RispondiElimina
  20. Cara Marina sai sono passato alla libreria a via dei sediari , che una mia amica chiama " di biancaneve " , cercavo un libro che mi parlasse ,
    un libro che parli ai trafitti per amore , mi puoi
    consigliare qualcosa ? stavo optando per un Carotenuto d'annata che sempre mi sa leggere dentro
    , non ero ispirato , ho chiesto al propietario se era bello il libro che aveva in mano , era di Gurdjeff ,mi ha incuriosito , che ne pensi lo hai mai letto? quella libreria è incantevole , dai Marina consigliami qualcosa ..alla fine la sera ho comprato Carver ,solo per l'amabilità del commesso che me lo ha segnalato , da un altra parte .A proposito il tuo libro a che punto è ? scusa ti ho riempito di domande , è che sono così confuso che la mia anima cerca un appiglio , che sia un libro , o una persona speciale e sensibile come te .BAcionissimi. Massimiliano

    RispondiElimina
  21. MASSIMILIANO:
    "Libreria Aseq"...a volte, non si lascia neanche trovare, perlomeno da me!
    Allora, no, non conosco Gurdjeff, è grave? Leggere, bah, io direi, per capire cosa sia l'amore, tipo vento di passioni, di leggere, o "La signora delle camelie" ma mi sa che lo hai già letto, o "Cime tempestose" parole di fuoco dall'inizio alla fine ma anche questo lo hai letto...ed allora andiamo su un genere meno intellettuale ma strappacuoremutande e chi più ne ha più ne metta "La figlia di Mistral" Judith Kranz...poi mi fai sapere. Però, io direi di andare in una libreria qualsiasi e di prendere un libro che ti sorteggia Massi, senza starci a pensare e a chiedere: i libri ci sorteggiano: "Adesso mi leggi tu!"
    Il mio libro? Scrivo ed ogni tanto mi volto per caso e trovo la scritta: SCRIVI! (Cartelloni pubblicitari, scritte sui muri, edicole, vetrine.....)
    Dimeticavo, la gente troppo sensibile campa male...ne so qualcosa io!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.