mercoledì 7 ottobre 2015

Stupidità ... parlo sempre col cuore in mano - Roland Barthes


Il daimon di Socrate (quello che parlava prima in lui) gli suggeriva: no. Il mio daimon è, al contrario, la mia stupidità, come l'asino nietzschiano, nella sfera del mio amore, io dico  a tutto. M'impunto, rifiuto l'apprendistato, ripeto gli stessi comportamenti; non mi si può educare - e io stesso non posso farlo; il mio discorso è continuamente irriflessivo; non so rigirarlo, suddividerlo, limarlo, disporvi delle virgolette; parlo sempre col cuore in mano; mi limito a un delirio prudente, conforme, discreto, addomesticato, banalizzato dalla letteratura.