giovedì 14 maggio 2015

Adulterio


L'ostacolo [...] e la creazione dell'ostacolo da parte della passione dei due eroi [...] è soltanto un pretesto necessario al procedere della passione, o non è invece legato alla passione in modo più profondo? Non è, per chi scruta il mito in tutta la sua profondità, l'oggetto stesso della passione? [...] e tuttavia la passione d'amore costituisce, di fatto, un'infelicità. La società in cui viviamo, e i cui costumi non sono in fondo mutati, sotto questo rapporto, da secoli, porta l'amore-passione, nove volte su dieci, a rivestire le forme dell'adulterio [...] Affermare che l'amore-passione significhi di fatto l'adulterio è insistere sulla realtà che il nostro culto dell'amore maschera e trasfigura al tempo stesso; è mettere in luce ciò che questo culto dissimula, respinge e rifiuta di nominare, per concederci un ardente abbandono a ciò che rivendicare non osavamo. [...] Per chi giudicasse dalle nostre letterature, l'adulterio apparirebbe come una delle occupazioni più rimarchevoli alle quali si dedicano gli occidentali: non ci si metterebbe molto a stendere la lista dei romanzi che non vi facciano neppure un'allusione [...] senza l'adulterio che ne sarebbe di tutte le nostre letterature? 

De Rougemont