sabato 14 settembre 2013

Siamo tutti strettamente connessi in quanto parte del medesimo organismo: l'Universo.

L'universo è un solo essere. Tutto e tutti sono collegati tra loro mediante una rete invisibile di storie. Che ne siamo consapevoli o meno tutti intratteniamo fra noi una conversazione silenziosa. Non fare alcun male. Pratica la compassione. Non fare maldicenze alle spalle altrui, nemmeno una considerazione apparentemente innocente! Le parole uscite dalla nostra bocca non svaniscono, si conservano in eterno nello spazio infinito e torneranno a loro tempo. Ilo dolore di uno solo farà soffrire tutti. La gioia di uno solo farà sorridere tutti.

Le Quaranta Porte, Elif Shafak