lunedì 28 gennaio 2013

Il cuore celeste.


Se si riesce a porsi in perfetta quiete, il cuore celeste si manifesta spontaneamente.
Tutti i mutamenti della coscienza spirituale dipendono dal cuore, dove risiede una segreta arte magica che, pur essendo con esso in armonia, è di una tale fluidità da esigere profonda intelligenza e chiarezza, estrema profondità e calma. Colui che non possiede questa profonda intelligenza e capacità di comprensione, non troverà la via dell'applicazione; e colui che non è dotato di questa grande capacità di raccoglimento e di calma non potrà in essa perseverare.
Il SEGRETO del FIORE d'ORO
C.G. Jung e R. Wilhelm  
   

giovedì 24 gennaio 2013

E' proprio nel momento più buio che arriva la luce.

I miti ci dicono che è dalla profondità degli abissi che viene la voce della salvezza. Il momento dell'oscurità preannuncia l'arrivo del vero messaggio di trasformazione. E' proprio nel momento più buio che arriva la luce.
(Joseph Campbell)

mercoledì 23 gennaio 2013

Intenzioni del cuore e rettitudine nei comportamenti.

Le vere intenzioni oltre noi le può conoscere solo Dio, ecco perché sul piano umano non basta avere buone intenzioni ma ci vuole anche correttezza nel comportamento. In altre parole, fammelo vedere che le tue intenzioni sono buone comportandoti bene. 

sabato 19 gennaio 2013

Solo Dio conosce le intenzioni del cuore.

Non esistono persone perfette, esistono intenzioni perfette.
DON BEN, Parroco in Roma

giovedì 17 gennaio 2013

Il silenzio è il luogo del trascendente ignoto.


Ogni riferimento spirituale ci riporta al silenzio al di là del suono. La parola che si fa carne è il primo suono. Al di là di questo suono vi è il trascendente ignoto, l'inconoscibile. Possiamo chiamarlo il grande silenzio, il nulla o la trascendenza assoluta.
Joseph Campbell in IL POTERE DEL MITO

sabato 12 gennaio 2013





Ciò che cerchi ti sta cercando.

RUMI

venerdì 11 gennaio 2013

Non sottovalutare l'avversario.

Nella lotta, per vincere, bisogna atterrare per tre volte l'avversario.

sabato 5 gennaio 2013

BELLEZZA


La bellezza splendeva fra le realtà di lassù come Essere. E noi, venuti quaggiù, l'abbiamo colta con la più chiara delle nostre sensazioni, in quanto risplende in modo luminosissimo [...] solamente la Bellezza ricevette questa sorte di essere ciò che è più manifesto e più amabile.
FEDRO 250  C-E