domenica 24 giugno 2012

Iniziazione Amorosa


Diotima non ha dubbi. L'amore innalza colui che da lui si lascia guidare verso ciò che non è transeunte ma eterno. Si tratta di un cammino ascendente che procede con cadenza dialettica dal contingente per raggiungere, gradino dopo gradino, fino alla sommità della scala, la bellezza delle conoscenze, il bello universale, l'autentico concetto del bello. Qui giunti, l'iniziazione non può dirsi compiuta del tutto.
C'è un ultimo eccelso momento che trascende l'iniziazione stessa, in virtù del quale possiamo godere, improvvisamente, del bello in sé e per sé e dimorare, per un attimo eterno, nella regione estrema del bello. Giunti al compimento dell'iniziazione amorosa, abbandonando la propria condizione mortale e giovandosi dell'ekstasis inattesa si giunge alla contemplazione dell'assoluta ed eterna bellezza.
Fabio Zanatta sul Simposio di Platone