venerdì 9 dicembre 2011

Preghiera a Iside di un iniziato ai Misteri d'Egitto

O Iside, 
poiché l'anima mia è soltanto una lagrima degli occhi tuoi,
cada essa quale rugiada sulle altre lagrime e
senta io morendo il loro profumo salire verso di te.
Eccomi pronto al sacrifizio.


2 commenti:

  1. ‎"Quando finalmente l’anima è stata resa uno, uno, dico, che è nella natura e nell’essenza stessa dell’anima, si ferma per ricondursi subito nell’uno che è al di sopra dell’essenza, cioè in Dio .Questo la Venere celeste porta a compimento attraverso l’amore, cioè attraverso il desiderio della bellezza divina e l’amore appassionato per il bene".
    Marsilio Ficino,“Libri de vita coelitus comparanda”

    Buone settimane di Avvento mia cara.
    gea

    RispondiElimina
  2. Questo tuo commento lo pubblico, un abbraccio. Marina

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.