mercoledì 16 marzo 2011

Selvatichezza indomita...


L'uomo cosciente sente come inammissibile ciò che è al di fuori della coscienza, l'inconscio nella sua selvatichezza indomita.
(Augusto Romano)

6 commenti:

  1. Ciao Carissima Preziosa Marina

    oggi sarò polemico..... e ti chiedo scusa per queste mie affermazioni.

    c'è un abisso fra l'anima e la coscienza, come c'è un abisso fra l'inconscio e la personalità. L'inconscio è solo un intercapedine tra l'anima e la coscienza, diciamo che è un programma che verrà rilasciato nel tempo e nei modi più opportuni già previsti e pianificati prima. Nessuna psicologia del profondo potrà mai scrutare i mondi interiori dell'essere che vengono governati dallo spirito immortale..... Molti psicologi, in fondo sono solo dei dottori e non sanno niente, ma proprio niente dei mondi animico spirituali perché si rifiutano di capire come è fatta la natura di tutte le cose e tanto meno possono capire cosa in effetti si nasconde dietro un apparenza psicologica. Molti sono gli strati che avvolgono/avviluppano il corpo di luce dell'essere, ed ognuno ha una sua particolare funzione... Per analogia è come rapportare un atomo di energia con il macrocosmo. Può mai la psicologia arrivare a così tanto quando si basa tutto sugli effetti, misconoscendo le vere cause prime che in superficie, con una maschera si mostrano ad una consapevole/inconsapevole individualizzata personalità?

    Hai mai letto “la scienza dello spirito” di Steiner o la via pratica di Castaneda o Gurdjieff da "frammenti di un insegnamento sconosciuto" di P.D. Ouspensky ?

    RispondiElimina
  2. Sì, conosco il Castaneda...ma ti ricordo che Jung per la sua teoria sull'inconscio collettivo è stato tacciato di misticismo. Personalmente, lo considero un illuminato. Tuttavia, la legge quella "divina", l'ordine quello "divino" non lo conosce nessuno e ho la sensazione che possa essere solo intuito...e non da tutti. Baci!
    RAFFAELE!!!!!

    RispondiElimina
  3. Carissima Preziosa Marina,

    Quell'ordine l'hanno sempre conosciuto tutti i saggi istruttori di questo mondo...

    Steiner per es, ne ha fatto una vera scienza che spiega molte cose dei mondi animici/spirtuali perchè lui stesso era un GRANDE INIZIATO era stato uno dei tre Gesù Yeshua Ben Pantera per l'esattezza, cosi come era stato Giordano Bruno e tantissimi saggi istruttori di questa nostra martoriata umanità.

    Se leggi le opere di Tesla per esempio capirai quali grandiosi scopi albergavano in quell'essere illuminato (non di questo mondo) che voleva aiutare tutta questa nostra umanità da un punto di vista scientifico, ma al solito il malevolo potere ha occultato quasi tutte le sue invenzioni...... Ed oggi siamo schiavi del petrolio, delle macchine e dell'energia elettrica

    Jung non inventò niente perché si rifece a quell'antica filosofia/psicologia INDUISTA che parlava ancor meglio di queste cose trascententali, è stato solo coraggioso esploratore per riparlarne, dopo che Freud aveva gettato le basi della sua analisi infantile.

    RispondiElimina
  4. volpneeee
    non possiamo essere riduttivi e semplicisti , il tema va anlizzato passo dopo passo è vero che jung fà riferimento all'induismo ma è stato un illunianto è partto dalle religione fino all 'inconscio ,avete entrambe ragione ma piano e con calma
    grazie di cuore

    RispondiElimina
  5. Buon Giorno Carissima Preziosa Marina,
    Buon Giorno Carissimo prezioso Rosarione,
    siete semplicemente due AMOREVOLISSIMI SAGGI VOLPONI...

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.