martedì 8 marzo 2011

Le radici storiche dell'Anima...

...sono immagini distanti, non raggiungibili; le separa da chi le guarda uno spazio che le fa sentire di un tempo diverso [...] La memoria è facoltà dell'amore, restituisce all'eterno ciò che il tempo divora e l'odio distrugge; non impedisce la perdita, non ostacola la morte, non è nel suo potere, come non è nel potere dell'amore. La memoria è un modo della compassione.

Francesco Donfrancesco, Nello specchio di Psiche 

René Magritte, MEMORIA

8 commenti:

  1. Sia che si tratti di memoria collettiva o di memoria personale ... è ciò che siamo e saremo ... è la ricchezza dell'esperienza diretta o tramandata sottoforma di cultura, punti fermi quando capita di navigare senza nulla che ci conforti, in tempi così decadenti e squallidi.

    Un saluto
    a Te Marina

    RispondiElimina
  2. Paolo, sono, come spessissimo d'accordo accade, con te: tempi decadenti e squallidi... bacio.

    RispondiElimina
  3. ..volponeeeee!!!!
    ogni tanto sono sensitivo so chi ti ha consigliato questo testo mi gioco un ottimo vino
    viandantemente!!!!!!

    RispondiElimina
  4. NO, ANZI, MI AVEVA DETTO DI NON PRENDERLO.... MI DISPIACE: I LIBRI MI SORTEGGIANO, ROSARIOOOOOO....

    RispondiElimina
  5. Ciao Carissima Preziosa Marina,
    più che tempi squallidi io li definisco del TEMPO DEL FERRO PIU' NERO, ma è anche vero che, sono di RIVOLUZIONE/TRANSAZIONE/TRASFORMAZIONE PER UN CICLO ESISTENZIALE ASSAI DIVERSO

    RispondiElimina
  6. Caro Raffaele,
    auguriamocelo...

    RispondiElimina
  7. ...... mandami una lista in posta
    volponeee!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. No! Quando sen-ti di comperare un libro te lo comperi...tutto qui. Segui l'intuito: tutto si sa!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.