sabato 26 marzo 2011

Coincidenze il cui coincidere "casuale" in merito al significato comporta una improbabilità che andrebbe espressa mediante una grandezza incommensurabile...

La breve citazione di Jung sulle coincidenze che vado a trascrivere è per me, in realtà, la citazione di una coincidenza nella coincidenza. Stamattina ho letto questo brano e nel pomeriggio, a casa di amici, una persona mi ha narrato questa storia dello Scarabeo d'Oro capitata Jung... che io, evidentemente, già conoscevo..... che dire!


Una paziente fece un sogno decisivo in un momento decisivo della sua cura. Nel sogno riceveva in dono uno scarabeo d'oro. Mentre mi raccontava quel sogno, io stavo seduto dando la schiena alla finestra chiusa. D'un tratto sentivo alle mie spalle un rumore, come se qualcosa bussasse contro la finestra. Mi voltai e vidi un insetto alato che, dall'esterno, urtava contro la finestra. Aprii la finestra e presi al volo l'insetto. Era l'analogia più prossima a uno scarabeo d'oro che si possa trovare alle nostre latitudini, ossia uno scarabeide, una Cetonia Aurata, il comune coleottero delle rose, che evidentemente proprio in quel momento si era sentito spinto a penetrare, contrariamente alle sue abitudini, in una camera buia. (Carl Gustav Jung)

2 commenti:

  1. .... volponeeeeeeeee!!!!!!!
    un caro saluto
    coincidenze.....

    RispondiElimina
  2. ciao Rosario, caro. PS: detesto facebook.

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.