lunedì 31 gennaio 2011

Pensieri onirici: "Il nodo sta per essere sciolto"

Narciso, Caravaggio
Chi guarda nello "specchio" dell'acqua vede per prima cosa, è vero, la propria immagine. Chi va verso sé stesso rischia l'incontro con sé stesso. Lo specchio non lusinga, mostra fedelmente quel che in lui si riflette, e cioè quel volto che non mostriamo mai al mondo, perché lo veliamo per mezzo della persona, la maschera dell'attore. Ma dietro la maschera c'è lo specchio che mostra il vero volto. Questa è la prima prova di coraggio da affrontare sulla via interiore, una prova che basta a far desistere, spaventata, la maggioranza degli uomini. Infatti, l'incontro con sé stessi è una delle esperienze più sgradevoli, alla quale si sfugge proiettando tutto ciò che è negativo sul mondo circostante. Chi è nella condizione di vedere la propria Ombra e di sopportarne la conoscenza ha già assolto una piccola parte del compito: ha perlomeno fatto affiorare "l'inconscio personale". Ma l'Ombra è parte viva della personalità e vuole vivere con lei sotto qualche forma. Non è possibile di impedirle di esistere con argomenti, né con altrettanti argomenti la si può rendere anodina. Questo problema è estremamente difficile perché non soltanto mette in causa l'uomo intero, ma gli ricorda al tempo stesso la sua miseria e la sua incapacità. Le nature forti - o dovremmo piuttosto dire deboli? - non amano sentirsi porre questo problema, preferiscono quindi escogitare un qualche eroico "al di là del bene e del male" e tagliano il nodo gordiano invece di scioglierlo.
(Gli archetipi dell'inconscio - Jung)

7 commenti:

  1. volponeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    il mito di narciso è molto importante , anche perchè ,lo specchio, ci fà vedre la parte opposta di noi quindi c'è sempre da scoprire in noi qualcosa che nella razionalità non troviamo....meditiamo......
    un abbracccio alla volputas botticelliana

    RispondiElimina
  2. Ehi, Rosario,
    bah, mah, ... sarà.

    RispondiElimina
  3. volponeeeeeeeeeeeeeeeee
    pensaci bene sto leggendo il libro di carla e ci sono dei dettagli ben precisi a narciso .. se vuoi ti faccio un post

    RispondiElimina
  4. Rosario, mi riferivo alla me Voluptas. ahahah! mi vien da ridere!

    RispondiElimina
  5. Cara Marina,penso che per andare avanti nel cammino all'inverso serva in primis questo nuovo sguardo...ed e' il nostro guardare attraverso che ci fa intuire l'incoscio.A me fa piu' paura confrontarmi con la volonta',l'ombra riesco a vederla e' la trasformazione che mi mette davanti ai miei limiti.
    volevo chiederti ma tema natale e mappa astrale sono la stessa cosa?
    Rosario sarei curiosa di conoscere il titolo del testo che hai citato.
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Gea,
    sì, mappa di nascita...gli antichi ci leggevano il destino. bacio. sei tu in foto?

    RispondiElimina
  7. "Ma l'Ombra è parte viva della personalità e vuole vivere con lei sotto qualche forma."
    E noi, Grande Marina , siamo solo........

    OMBRE

    Anche il vento tace
    quando fluttuano
    viluppi millenari
    e nella bianca nebbia
    di questi cieli
    non ali immense
    ma frontiere
    tra braccia rosse
    che tingono tramonti
    frusciano parole
    Con quale inconcepibile
    distanza
    il tempo ci matura gli anni

    Baci, baci, baci!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.