mercoledì 5 gennaio 2011

Parole Angeli.

Persefone

Abbiamo bisogno di una nuova angiologia delle parole [...] Abbiamo bisogno di ricordare l'aspetto angelico della parola, di riconoscere le parole come portatrici autonome di un'anima tra una persona e l'altra. Abbiamo bisogno di ricordare che le parole non sono qualcosa che noi inventiamo o impariamo a scuola [...] le parole, come gli angeli, sono potenze che esercitano su di noi un potere invisibile [...] perché le parole sono persone. (James Hillman) Noi dobbiamo, se vogliamo essere uomini comunicare con gli uomini. Noi dobbiamo adoperarci per giovare a coloro con cui viviamo; e nessuno può dubitare che alle anime loro possiamo giovare con le nostre parole. E non tanto per il contenuto moralistico di un sermone, quanto per la potenza elevatrice del colloquio umano. Il quale ci congiunge oltre il tempo e lo spazio, oltre i deserti e i millenni e plasma e placa le nostre menti. (Eugenio Garin) 

Pratica Perfetta

...Dunque non vi fissate sui termini,
sui concetti o sulle definizioni,
ma con la mente attenta e l'animo aperto
lasciate che le parole penetrino in voi.
Accoglietele come semi,
custoditele come tesori preziosi,
fatele germogliare con la riflessione,
rendetele vive e forti
con la pratica perfetta
insegnata dai Buddah di tutti i tempi.

(Om Oskraham, Halladhah Hanahit) 

In Dizionario dell'Inconscio e della Magia, Gabriele La porta - Sperling & Kupfer

2 commenti:

Sii educato,grazie e benvenuto.