martedì 9 novembre 2010

I personaggi de La Primavera di Botticelli, secondo il nostro Raffaele...

[...] Ma ritornando al’immagine, la Venere osserva attentamente le tre Grazie, così come è anche pronto Cupido a scoccare la sua freccia, conciliatore, che attraverso il cuore trasmuta ogni coscienza egoica in armonia… (trasmuta ogni raggio egoico dal rosso esistenziale in indaco monastico). Mercurio, il grande saggio, coglie il frutto di quella Primavera (nota il mantello rosso sia di Mercurio che di Venere, come devi notare che l’unico che indossa i calzari è proprio Mercurio, ovvero Ermes, ovvero L’Arcangelo Raffaele, ovvero Merlino, ovvero Shiva, ovvero …). 


Mentre il demone Zefiro che insegue Flora è l’altra Via, la Via Tantrica, che conduce alla grande trasmutazione mercuriale del piombo in oro, al radioso cristallo diamantino. 


La Primavera rappresenta il continuum immutabile tempo che è impersonale e quasi distaccata da ogni trama, perché scevro puro amore senza pretese…. [...]

2 commenti:

  1. Ciao Carissima Preziosa Marina
    fatti due risate con questo video
    http://www.youtube.com/watch?v=f9ay-J1op5Y

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.