martedì 12 ottobre 2010

OCCHI NUOVI...



 
    E mi chiedo come sia possibile per me incontrarti,
    e convengo come me stessa
quanto sia irragionevole sperare che sia tu a trovarmi,
     segregata come sono per amore,
in questa qualunque campagna di periferia, così lontana dal tuo scintillante universo.

Eppure, tutto mi parla di te e di te mi racconta
e, poi, io lo capisco...
      perché ogni segno al quale ho prestato attenzione,
là fuori nel mondo,
       solo perché sapevo,
qui dentro il mio intimo, essere rivolto a me, 
ogni volta misteriosamente, io devo scoprire che riguarda te.

Segreti incomprensibili mi vivono:
tutta la grazia e la magia del mondo, oscuramente,
si sono svelate alla mia sensibilità
    dopo avere incrociato il tuo sguardo...
come se, grazie ai tuoi occhi,
avessi io ricevuto occhi nuovi per vedere oltre l'orizzonte delle scontate apparenze...
    e scoprire, poi, che
    la vita vera non è quella che vediamo scorrere frenetica e indifferente,
piuttosto, quella che immaginiamo con gli occhi degli affetti.
     
Ecco perché io so che tu sei Amore per me.

(12 ottobre 2010)

12 commenti:

  1. Stupenda ............ E' davvero molto bello quello che esprimi, come è bello il tuo spazio, sempre ricco di vita, di emozioni e soprattutto di Amore .. Amore in ogni sua luce ..
    Bacini ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Zoè,
    creatura dolcissima, come vanno i tuoi studi?

    RispondiElimina
  3. Cara Marina,
    mi sono laureata in Psicologia qualche mese fa .. ho svolto il mio tirocinio ed ora mi preparo all'esame di stato che è alle porte ... :) nel frattempo collaboro all'Univ. per la cattedra di Psicologia dinamica e spero di trovare un lavoretto nel mio campo, ho voglia di imparare dal vivo e mettere in pratica la mia voglia di fare, aiutare, sapere .... Baci teneri ;)

    RispondiElimina
  4. Bella, Congratulazioni. Se fossi vissuta a Roma, ti avrei fatto conoscere le mie figlie...buon terreno di prova. Baci!

    RispondiElimina
  5. ... amatissimo volpone
    ho sempre sostenuto ,che tu sei AFRODITE in terra, e stato confermato da qualcuno che ne conosce più di noi di anima
    . afrodite vista nella conchiglia fragile debole ,potrta con se un grade vigore del femminile. Pensa due minuti fà lo scritto sul blog di Maria ,vengo qui e .......
    coincidenza!!!!!!
    ti stimiamo ,sempre

    RispondiElimina
  6. Ciao ROOOOOOOOOOS!
    Che bello che sei qui. Porti gioia! MI sono un po' isolata sai? E le cose vanno meglio!

    RispondiElimina
  7. Buon Giorno Carissima Amorevole Volpone almeno 2 volte.

    Ho adagiato il mio cuore per percepire le vibrazioni del tuo meraviglioso cuore, pensavo a Saffo, ma come ha detto il nostro Amatissimo Rosarione anche ad Afrodite, perché ci sono parole che affondano fino alle radici, la dove alberga la celata radiosa AMOREVOLE PASSIONEVOLE ANIMA.


    avessi io ricevuto occhi nuovi per vedere oltre l'orizzonte delle scontate apparenze... e scoprire, poi, che la vita vera non è quella che vediamo scorrere frenetica e indifferente,piuttosto, quella che immaginiamo con gli occhi degli affetti.

    Che bellissime sentite parole Carissima Preziosa Marina.

    OGNI MISTERO, OGNI SECRETO E’ GIA’ CELATO DENTRO IL TUO PREZIOSO AMOREVOLE ERUDITO CUORE..

    RispondiElimina
  8. Raffaele, comincio a provare per te un sentimento di affetto sincero...in fondo, è tanto che ci scriviamo, no?

    RispondiElimina
  9. Carissima Preziosa Marina,
    meglio sarebbe dire comune attrattive affinità elettive.

    RispondiElimina
  10. ... amatissimo volponeeee!!!!!!
    lo sò la vita dura ci allontana, ma mi sento sempre vicino a te , e lo dico pubblicamente
    perchè sono FIERO di esserti,spero, amico perchè sei l'anima più leale e nobile che io nei miei primi 50 anni ho incontrato
    che un oceano di bene travolga la triade
    grazie di cuore
    con affetto .......

    RispondiElimina
  11. Rosario,
    io ci tengo molto a te. Grazie, grazie, grazie.

    RispondiElimina
  12. Raf,
    e allora affinità elettive!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.