giovedì 9 settembre 2010

Quel misterioso "senso di verità" che alberga nell'intimo dell'uomo sensibile...


Obietta l'alunno:
"[...] ma l'uomo che non sia egoista e che produca il bene altrui senza neanche una pubblica onoreficenza è un paradosso."
Risponde Kremmerz:
" [...] non cerchiamo fratelli perfetti, santi ed eroi, ma uomini di buona volontà, che quantunque non perfetti siano considerati perfettibili [...] Gli uomini meno proclivi ad occuparsi del loro prossimo, si commuovono del pianto di un bambino martoriato, del lamento di un sofferente, delle grida di disperazione di una vedova, delle lacrime di un'orfana. Che significa tutto ciò se non un senso di verità che è nel fondo di ogni essere pensante, il quale avvisa che il pianto, le lacrime, le grida, lo riguardano più da vicino di quanto appunto creda? [...] Tutti coloro che si sentono uniti alle gioie e ai dolori dei propri simili sono esseri perfettibili fino all'assoluta santità e diventano soldati anonimi di una grande società di perfettibili pel bene dei meno progrediti [...]
(Giuliano Kremmerz - La Scienza dei magi, vol III)

8 commenti:

  1. che bella immagine dell'uomo....

    RispondiElimina
  2. amatissimo volponeeeeeeeeeeeee
    grazie dei tuoi post
    tanti ma tanti dovrebbero riflettere
    ...e che il fato ti ricompensi
    sono fiero di te sei un esempio di anima
    mi inchino
    grazie di cuore
    il viandante

    RispondiElimina
  3. Amatissimo Rosario,
    non ti fidare!

    RispondiElimina
  4. Ciao Carissima Preziosa Marina,
    Ciao Carissimo Romantico Rosarione,
    AMOREVOLISSIMI VOLPONI
    In fondo in fondo anche nell’anima del cuore più duro c’è un divino bimbo interiore. E’ un processo evolutivo necessario che conduce ogni essere senziente a riesumare, a far rinascere da ogni aspetto egoico quel divino bimbo interiore. Spesso questo processo è abbastanza lungo e richiede tantissimi imposti tracciati sentieri di vita, sono necessari insegnamenti vissuti che devono passare prima in quella coscienza razionale, per quell’innato aspetto egoico, per riscopre alla fine la propria e dopo la vera libertà dell’essere e soprattutto per riscoprire la divina figliolanza.

    RispondiElimina
  5. Carissima Preziosa Marina,
    non la sola mia ragione, ma sono le riflessioni che fai nascere dal cuore del nostro essere interiore.. Sei un portale di luce, un portatore sano di grande amoroso sole interiore, appunto una preziosa AMOREVOLE VOLPONE.

    SIATE PURI, AMOREVOLI COME LE COLOMBE E ASTUTI E FURBI COME I SERPENTI PERCHE’ VERRANNO I LUPI TRAVESTITI D’AGNELLI

    In quell'innata amorevolezza, in quell'innata attenta furbizia che d'intelletto ne è bel fornita è la VOLPE che può scovare chi si nasconde dietro false belle illusorie apparenze.

    Ciao Adorabile Marina, eterna antica immortale amica del sacro cuore.

    RispondiElimina
  6. Ciao Raf,
    come hai doppiamente ragione, speriamo d'essere Sora Volpe, come direbbe Kremmerz, perché di lupi travestiti da agnelli ce ne sono a iosa!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.