mercoledì 29 settembre 2010

Provvidenza divina e destino umano...


Leonilde Campora
Simbolo del patto tra Dio e gli uomini,
l'ARCOBALENO è un arco di luce tra cielo e terra.

"Di tutte le cose si forma una unità e una è la provvidenza: se cominciamo dalle cose inferiori essa è destino, in alto essa è solo provvidenza." (Plotino, Enneadi, III, 5)

7 commenti:

  1. Sagge Antiche Parole Carissima Preziosa Marina..
    se osserviamo un punto in una retta non possiamo capire che è un micro macro universo su una prospettiva diversa, ma se trascendiamo la mente razionale e ci affidiamo alle intuitive vibrazioni che passano per il cuore allora percepiamo quella maggiore realtà che da qui chiamiamo destino e provvidenza soprasensibile.. Ma se osserviamo con una maggiore attenzione i fatti, i nessi ed i coinvolgimenti che la vita ci predispone sotto forma di SINCRONICITA’ SIGNIFICATIVE cominceremo di sicuro a capire che siano noi stessi a tessere i file della nostra esistenza. Certo ci sono anche i tessitori, le Moire superiori, ma questo riguarda solo chi ancora è nei primi passi evolutivi. Basta capire che siamo noi stessi i veri registi e non come ignorantemente ci viene tramandato che è DIO a predisporre ogni cosa… Anche perché su un piano di coscienza superiore tutti siamo legati e tutti siamo i componenti di quello che la saggezza antica ci dice del CORPO DI DIO… Su questo aspetto, anche se nell’immaginario, anch’io sono DIO del mio micro macro cosmo interiore, dove ci sono infiniti universi, infiniti mondi (atomi permanenti) ed esseri di infinita forma ed evoluzione che con la loro energia spiritualizzata informano il mio corpo ecc.

    RispondiElimina
  2. Quindi, tu Raf, sei dell'idea che una volta imboccata la strada del destino diventiamo i fautori di noi stessi?

    RispondiElimina
  3. Buon Giorno Carissima Preziosa Marina,

    Analizzando gli effetti con una maggiore ATTENZIONE possiamo risalire alle cause prime e quando con quella più ambia circolare visione, troviamo e capiamo i marcatori, la segnaletica attraverso le sincronicità, possiamo anche capire il nostro destino.

    Tante volte il mio immenso eterno indefinibile amore, mi ha incitato ad entrare in uno stato introspettivo che mi riportava indietro nel tempo, alla mia infanzia per analizzare a tappe quello che percepivo in quell'allora inconsapevolezza. Percezioni che dopo, nel tempo sono diventate esperienza, vissuto e quindi realtà cristallizzata. E’ per questo che spesso dico GIOVANI EMOZIONI CONSERVATE NEL CUORE, MEDITARE CONTEMPLATE VIBRAZIONI DA RIESUMARE DAL CUORE.

    NULLA E’ NELL’INTELLETTO CHE NON SIA PRIMA NEI SENSI. (diceva il grande Aristotele e su queste parole che bisogna ricercare i veri celati simbolici concetti, capire le parole con una visione soprasensibile, che si basa sull’intuito, sull’impressione che producono nel nostro sentire, tutto è vibrazione, tutto è emozioni/percezioni che possiamo analizzare nel nostro intimo )

    Come ho detto anche che quando si ritorna in questo mondo, nei primi anni ancora si ha ricordo del perché del nostro cammino in questa vita, perché siamo bambini ancora non contaminati da tutte le influenze esterne di questo illusorio mondo Il Maestro Gesù apposta incitava simbolicamente ad ridiventare bimbi per entrare nel regno dei cieli.

    E’ QUELLA ANTICA MEMORIA CHE ATTRAVERSO L’ANALISI INTERIORE PUO’ ESSERE RIESUMATA, (l’arte della mnemonica che era stata un derivato di quella antica scienza Atlantidea) perché PENSI CHE SPESSO DICO CHE CONOSCO IL MIO VISSUTO PASSATO (anche se in un frammento) COME ANCHE CONOSCO IL MIO FUTURO. Come dico anche che bisogna stare attenti, ANCHE AD UNA MOSCA che ci gironzola attorno. NULLA E’ LASCIATO AL CASO, NENACHE UN CAPELLO CHE CADE. Immagina tutto il resto…..

    RispondiElimina
  4. Quindi Carissima Marina, attraverso l’autoanalisi interiore, attraverso quella contemplata introspezione, nella voce del silenzio tutto si può RIESUMARE. Come è anche vero che oltre a trascurare certe attenzioni abbiamo molti sensi interiori ASSOPITI/ADDORMENTATI Questa è la tecnica dell’attenzione/risveglio del Negual Don Juan, secondo lo stesso Castaneda, attraverso gli insegnamenti di Steiner o di George Gurdjieff ( La Quarta Via) o di tantissimi maestri di saggezza.

    Il nome "Quarta Via" è usato per differenziare il sistema da altri che Gurdjieff ha descritto in relazione al loro specifico lavoro sull'essere:
    La via del Fachiro, si esprime attraverso l'uso del corpo per raggiungere un livello di consapevolezza superiore.
    La via del Monaco, si esprime attraverso l'uso della componente emozionale, come la fede e il "rapimento" mistico.
    vLa via dello Yogi, utilizza la parte intellettuale attraverso la conoscenza.
    Oggi l'insegnamento di Gurdjieff è conosciuto come "Il Lavoro" o "Lavoro su di sé" o semplicemente "Lavoro sull’attenzione"

    Quindi la quarta via altro non è che UOMO CONOSCI TE STESSO, RICERCA COME SEI FATTO, DOMINA I TUI TIRANNI EGO INTERIORI, RISVEGLIA LA COSCIENZA PER CAPIRE QUANTE INFINITE POTENZIALITA’ POTRESTI SVILUPPARE
    PER AIUTARE TE STESSO ED IL RISVEGLIO ANCHE DEI TUOI FRATELLI. LA FORZA DI PSICHE E’ LA FORZA CHE CI PERMETTE DI PROIETTARE LA REALTA’ (è siamo incolpevoli di questa manifestante celata forza.. ci sono tanti esempi nella nostra storia di tantissimi esseri superiori che usavano/usano il magnetismo per guarire)

    L’ATTENZIONE, LA RIVOLUZIONE DELLA COSCIENZA, LA TRASFORMAZIONE DI TUTTI GLI ASPETTI EGOICI CHE NELL’ILLUSIONE MECCANICAMENTE CI CONDIZIONANO LA MENTE DA DENTRO ED ANCHE DA FUORI.. IN QUALCHE MODO E’ QUESTO IL VERO SIGNIFICATO DEL DIRE MORIRE DENTRO SE STESSI PER TRASMUTARER/DOMINARE QUELLE CELATE FORZE INTERIORI, PER RINASCERE COME LA FENICE DALLE PROPRIE CENERI…

    RispondiElimina
  5. Raf,
    in ultima analisi, credo che sia veramente un grande privilegio avere la visione del proprio destino...ciò, infatti, talvolta avviene. La vita è come il fiume che scorre e quando si percepisce il proprio destino, a mio avviso grazie all'insight, è come smettere di nuotare controcorrente, come accade quando s'inseguono inutili scopi che non aiutano la realizzazione della propria essenza, per seguire il flusso della corrente che ci porterà, invece, verso ciò che è predestinato...sono d'accordo, le coincidenze sono migliare che indicano il giusto cammino..... Baci.

    RispondiElimina
  6. Giustissime Sagge Paorole Carissima Marina, pernchè anche la controcorrente è necessaria, affinché prima o poi ci fa capire e ci accorgiamo consapevolmente che non era la giusta strada.. Non ci sarebbe nessuna luce se non ci fosse nessun apparente buio esistenziale....

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.