mercoledì 8 settembre 2010

L'inconsapevolezza regna sovrana. Il perdono è atto estremo ed inevitabile per l'uomo consapevole. In ultima analisi non si può non perdonare.

Morte di Socrate

"Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno."
(Luca - 23, 34)

5 commenti:

  1. che coincidenza,amatissimo Volponeeeee,una donna oggi mi voleva fegare 5 eur,l'ho letta dentro ho fatto il finto tondo e la conseguenza sai quale è
    ..dio perdona,ma perdona a quelli che danno illusioni doppiamente perdona
    il viandante

    RispondiElimina
  2. Rosario,
    mica ho capito tanto bene quello che dici....sar tonta...

    RispondiElimina
  3. Comunque, adoro essere chiamata "amatissimo volpone"!

    RispondiElimina
  4. Ciao Carissima Preziosa Marina,
    solò quando si è consapevoli (in questo, ma soprattutto nell'altro mondo) di essere stato perdonato, E DI AVER CAPITO IL GRANDE AMOREVOLE INSEGNAMENTO si può e si potrà perdonare.. Per quella legge del compenso PRIMA O POI SI ESCE DALLA RUOTA KARMICA DELLE RINASCITE. Siamo convinti che questa sia l'unica realtà, mentre MOLTE SONO DIMORE DEL PADRE MIO CELESTE (dice Gesù). molti sono i piani di coscienza, come molte sono le celate realtà manifeste su un piano vibrazionale differente
    Se sapessimo che un santo in questa vita spesso è stato un malevolo regnante, di sicuro rivogeremo la venerazione dentro e non fuori di noi.

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.