martedì 27 luglio 2010

Il mio nome è Nessuno...

Senza Nome: noi cominciamo ad esistere per davvero quando smettiamo di credere di essere il personaggio che abbiamo in mente.
Anche Ulisse è Nessuno. Colui che arriva a Itaca alla terra promessa, deve liberarsi dall'identità.
"In lui - scrive Pietro Citati in un mirabile commento all'Odissea - c'è una forza che lo porta a nascondersi e a cancellarsi, forza che l'Odissea condivide e porta alla luce, rinviando continuamente la rivelazione del suo nome. Proprio perché ha tante figure e metamorfosi e si svolge sempre in tutti i sensi, Ulisse porta nella profondità dell'anima il viso di Nessuno."

Solo a chi sa essere Nessuno l'Universo concede di arrivare al centro di Sé stesso.

8 commenti:

  1. Volponneeeeee
    quando cesserò di togliermi questo fisico maledetto e la corazza che mi imprigiona il pensiero del cuore cosa che ci provo ,e tu più volte mi hai ripreso di togliere la maschera e hai perfettamente ragione potremmo essere noi stessi la vera essenza di anima altro che paroloni
    un saluto di eterna stima ed affeto all'eronia di anima
    tu si che hai le palle
    scusa quando c'è vo c''è vo
    il viandante , ha sto sul lago d'iseo non posso chiamarti non c'è campo
    ok

    RispondiElimina
  2. ROSARIO,
    meglio pochi e buoni....ma Raf, dove sta? Stramazzato dal caldo su una spiaggia!

    RispondiElimina
  3. Carissima Marina, Carissimo Rasarione Amici del mio Saracino Cuore,
    sono anche un pirata ed ogni tanto approdo su altre isole, ma il cur mio non dimentica dove l'anima ha trovato tanta radiosa benevola amorevole affinità....
    Di recente nel blog del Caro Prof. Gabriele ho fatto diversi interventi... http://gabrielelaporta.com/2010/02/24/new-age-e-esoterismo/
    http://gabrielelaporta.com/2010/07/13/albero-cosmico/
    In spiaggia ci vado fine settimana, ma dal 9 agosto penso che starò un po anche a Roccalumera.. Qualora il vostro prezioso cuore si trovasse da quelle parti sapete già dove e come trovarmi.. Sarebbe bellissimo dice Zarillo in un suo dolce cantico....

    RispondiElimina
  4. ROCCALUMERA....che bela la Sicilia, Raffaele, mi mangerei una bella granita di caffè! In tua compagnia e con Cettina! Sarracinamente...

    RispondiElimina
  5. Marina carissima ,trovo estremamente interessante questo tuo post!

    "La tua rotta e il tuo cammino sono persi
    se non tieni sempre in mente dove vai
    se la meta del tuo viaggio non ricordi
    se la meta non l'hai conosciuta mai"

    Baci baci
    Maria

    RispondiElimina
  6. Carissima Marina,
    saracinamente ti dico che se vuoi sai già dove trovarmi.....

    RispondiElimina
  7. Sulla rotta del cammino non ci scordiamo che siamo guidati, anche se non abbiamo giusta memoria di questo come di tanti viaggi che abbiamo scelto e programmato prima ancora di rinascere...

    RispondiElimina
  8. Maria,
    sei un mito!..... e Raf un sarracino!

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.