sabato 14 novembre 2009

Il fine è l'Amore, di Paolo Falconi.


Questo post è di PAOLO FALCONI. Uno scritto che mi mette una gioia immensa. Sono incantata. Grazie Paole'! Sei proprio di Roma...ma non è che sei della Lazio?


"Ciao Marina, vediamo se ho imparato qualcosa dal Tuo Blog;-)

Come contabile la speculazione mi evoca controllo, certezze, garanzie, programmazione, ritorni, verifiche, bilanci...

Il Sacramento mi evoca qualcosa di Sacro, degno di massimo rispetto e di inviolabilità...il cui fine è l'Amore: inteso come risveglio dell'Anima, luogo dove sorge l'Amore, che ci porta verso gli altri esseri viventi (Genitori, Figli, Amanti, Amici, Animali, Piante).

E' un crescere di piaceri: impulsi, aperture, scoperte. Mi fa espandere, contemplare, agire, mi trascina.

Ma tutto questo richiede sacrificio per purificarsi dalle paure, dai blocchi, dalle maschere, dal desiderio di possedere, controllare, limitare l'altro, avere aspettative, avere richieste (voler essere amati).

Chi Ama non dipende mai da nulla: E' entusiasta semplicemente della Vita.

Un saluto alla migliore."

16 commenti:

  1. Marì,
    ma che me combini?
    così me fai venì il luccicone...
    e già ciò pure sta debolezza:-))

    Laziale a Meeeee.....
    Marinaaaaaaaaa...ma che dici maiiiii:-D

    Un Bacione

    RispondiElimina
  2. PAOLO,
    allora, se mi dici che sei romanisti, ai miei occhi, stasera, sei perfetto.

    RispondiElimina
  3. vOLPOOONE
    MIA MOGLIE è ROMANISTA ANCHE LEI,
    INVECE NOI DI ANIMA SIAMO UNITI PER TIFARE UNA SOLA SQUADRA ...........
    ........CHE è L'AMORE
    ....QUELLO CHE TENDE SU TUTTO, MOTORE DELLA VITA , CAUSA DI TUTTO QUELLO CHE CI CIRCONDA .UN ATTO D'AMORE è UNA SPERANZA PER LA VITA..... è QUELLO CHE CI PERMETTE DI APRIRE LE PORTE GRAZIE AL SUO MOTORE CHE è IL CUORE ORGANO CHE BATTE SENZA LA NOSTRA VOLNTà.... COME L'AMORE CHE VIENE CHE Và SENZA CHE LO CERCHIAMO O C'è LA COSTRUIAMO IN LABORATORIO, MSTERO CHE OGNI CREATURA DIVENTA POETA QUANDO INCONTRI L'AMORE E LA POESIA E' VITA
    BISOGNA SOLO RASSEGNARSI ALL' AMORE...
    NADDEO ROSARIO

    RispondiElimina
  4. ROSARIO,
    che bello avere il tuo buongiorno.
    Grazie di esserci...sapessi che sognaccio ho fatto stanotte, quel poco che ho dormito: era un condensato di tutte le cose che mi turbano in questo momento, persone e fatti e luoghi.

    RispondiElimina
  5. Daie, daie
    Marì...
    avrai mangiato un pò pesante,
    nient'altro che questo...
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. vooolpoooneee
    ti dirò analiticamente i sogni vanno scanditi nella loro essenza di profondità , entrando nella problematica pragmatica e l'emblematicità che esso vuol rappresentare e quella parte intrinseca di messaggio che vuol dare della psiche dalle turbolenze esasperate dal conscio scatenano l'incoscio a dire la sua con i dubbi e le perplessità che l' inconscio produce.
    Questa è la spiegazione che ieri ho fatto a Salvatore,il vice sostituto portiere dove abito, lui subito mi ha risposto
    ----Rosà io quando faccio i sogni belli divento uomo di fede mi abbandono ad esso ,tutto il giorno mi cullo in quel emozione che mi ha procurato,lo rivivo e lo glorifico. Quando ho sognato Angelina JOLIE ho vissuto un mese felice.SE poi è un CATTIVO..........e sottolioneo "CATTIVO" mi comporto da uomo ateo lo rinnego.
    ---Salvatò cioè ?
    ----Rosà me ne fotto,tanto io non lo cercato il sogno è lui che è venuto da me ,NIETZSCHE diceva sono pensieri che vengono a me,,tu ed io siamo uomini di libertà e nel dubbio cerchiamo il bene il male cerchiamo di evitarlo ,perciò dico io.... se tu sogno cattivo vieni da me uomo del bene ,nella realtà cerco di evitarti vuoi che fresco fresco ti faccio albergare nel mio trono onirico?
    Perciò me ne fottto!!!!!!!!!
    Volpone hai capito il mio amico Salvatore!!!!!!!!
    Buon pranzo
    Naddeo Rosario

    RispondiElimina
  7. Commovente .. Vero .. Bellissimo .... Grazie Marina, Grazie Paolino .. Baci :)

    RispondiElimina
  8. ROSARIO,
    hai capito il portiere...manco considerasse i sogni una realtà parellela...

    RispondiElimina
  9. Zoè,
    in effetti, Paolo mi ha stupito...per la sensibilità, anzi, per la profondità.

    RispondiElimina
  10. Volpone
    oggi è stata una giornata uggiosa
    , abbiamo analizzato io e Salvatore ,l'amore
    non ti dico cosa ne è uscito fuori ma alla fine siamo d'accordo su un motto
    " SERVO DI ME SERVO DEL BEATO " ...cioè
    l'amore ..sempre superiore eravamo al quarto piano ci siamo portati in una buona posizione per fare meno strada verso il sublime
    Naddeo Rosario

    RispondiElimina
  11. " SERVO DI ME SERVO DEL BEATO"

    ROSARIO, spiegami meglio...
    Sai, ho un mal di testa feroce. Ho preso un Moment...eheheh, anche questa sarebbe un'altra storia da raccontare ma, intanto, dimmi delle vostre elucubrazioni nel corso della giornata uggiosa.

    RispondiElimina
  12. Prima o poi quello che si ha dentro e ciò che si percepisce viene fuori e Paolo ci è riuscito benissimo...lui è così, viene tutto da lui...è che ha trovato gli "strumenti" ed il "medico" adatti per "operare" una bellissima riflessione.
    Un caro saluto a Paolo ed a te Marina.

    RispondiElimina
  13. CALLIOPE,
    questo tuo intervento è bellissimo, rispecchia te.

    RispondiElimina
  14. Beh Grazie a Tutti Quanti:-)))
    in fondo ho solo collegato alcune idee
    principali spesso ripetute in questo Blog...
    la mia è stata per lo più una sintesi...particolarmente sentita e condivisa:-)

    Marina sono senza parole
    Zoè sei dolcissima
    Calliope Grazie
    Rosario una Verbe Ineguagliabile

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.