giovedì 8 gennaio 2009

Incontri fatali...

"La primavera" del Botticelli è forse una festa di nozze?
Filologia incontra Mercurio e la sua vita non sarà mai più la stessa. Il loro è un incontro destinato...un vero e proprio ordito divino che li condurrà alle nozze. Però, perché lei possa ascendere con lui, dovrà abbandonare tutta la sua conoscenza terrena e con essa l'ambizione, implicitamente contenuta nel suo amore per le lettere. Filologia intraprenderà così il viaggio che conduce alla sapienza divina...un cammino faticoso ed assai impervio per un mortale...

2 commenti:

  1. Cara Marina...sono Calliope. Ci siamo 'incontrate' nel blog di Gabriele La Porta e curiosa come sono son venuta a sbirciare i tuoi blogs :)
    Scrivi e rifletti molto bene.
    Condivido questo tuo post in ciò che esprimi e questo cammino impervio per un mortale che potrebbe condurre alla sapienza credo sia impegnativo davvero ma ne vale la pena.

    RispondiElimina
  2. Cara Calliope,
    chi visita la nostra casa ci onora. Grazie quindi di essere qui. Io avevo già visitato il tuo blog ma non ho trovato il modo per lasciare un commento...in effetti non ho molta dimestichezza con il mezzo.
    Ti abbraccio forte.
    Marina

    RispondiElimina

Sii educato,grazie e benvenuto.