martedì 13 gennaio 2009

Dedalo dell'affettività mancata...


"...Se potiamo una pianta drasticamente, se la sradichiamo da un terreno che sappiamo non essere più adatto ad essa per travasarla in un altro che sia più fertile, se lo facciamo con dovizia ed a tempo debito, sicuramente la pianta ne trarrà beneficio…ma noi esseri umani sigilliamo i nostri legami affettivi nell’anima e se questi vengono recisi di colpo, il bandolo di quel filo misterioso ed invisibile che li teneva uniti va smarrito e con esso anche il contatto con il nostro spirito. Perché noi esseri umani affondiamo le nostre radici là dove riceviamo la linfa dell’amore e se veniamo sradicati di colpo rischiamo di morire, prima all’amore e poi anche a noi stessi. Il conseguente travaso, dunque, non potrà che rimediare al nutrimento del corpo ma, per lungo, lungo tempo, poco potrà fare per la nostra anima, oramai smarrita...nel dedalo dell’affettività mancata. "

Nessun commento:

Posta un commento

Sii educato,grazie e benvenuto.